MONTEPRANDONE – Un nuovo progetto di “democrazia dal basso” sta prendendo il via nel comune di Monteprandone. Chiamati in causa i ragazzi d’età compresa tra i 16 e i 30 anni. Sono infatti loro i protagonisti della “Consulta dei Giovani”, un organismo che ha mosso i primi passi su Facebook, ed ha già in attivo un primo incontro svoltosi il 12 gennaio scorso.

A distanza di due settimane, la Consulta si riunisce di nuovo, per avviare i lavori per la fase costituente della Consulta e dello Statuto, che verranno poi ufficializzati in un consiglio comunale aperto, previsto nel primo trimestre del 2010.

Il presidente del consiglio comunale Nedo Tiburtini e il consigliere delegato per le Politiche giovanili Federico Aragrande invitano pertanto i giovani del territorio a partecipare alla riunione che si terrà martedì 26 gennaio alle 18,30 presso la Delegazione comunale di Centobuchi in via delle Magnolie.

La Consulta opera selezionando le migliori idee proposte dai giovani, che verranno poi indirizzate all’amministrazione comunale. Dal primo incontro erano già emerse, da parte dei giovani, alcune necessità, come l’esigenza di una biblioteca funzionale ed aggiornata, e quella di poter realizzare in appositi spazi, come ad esempio la struttura polivalente (ex Anagrafe), una serie di eventi culturali.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 371 volte, 1 oggi)