ASCOLI PICENO – Da ormai quasi tre anni aspettano risposte sul loro futuro. Gli operai della Ahlstrom, l’ex cartiera rimasta ferma in tutto questo tempo in attesa di nuovi fantomatici investitori, hanno manifestato il proprio disappunto con parole e cartelli durante la seduta consiliare di lunedì pomeriggio.

Critiche a maggioranza e opposizione le quali, in particolare Massimo Rossi, non sono potute intervenire perchè il presidente del consiglio Armando Falcioni ha ritenuto opportuno non aprire il dibattito per evitare strumentazioni e perchè il tema non era tra gli ordini del giorno previsti.

Il presidente della Provincia Celani, l’unico che ha preso la parola, ha però rivelato che il Ministero dello Sviluppo Economico ha chiesto una documentazione sulla situazione della cartiera da poter esaminare ed eventalmente affidare a dei delegati in missione nel sud est asiatico. Si saprà nei prossimi giorni se ci sono possibili nuovi investitori.

Gli operai, delusi e amareggiati da una situazione che sta diventando sempre più drammatica, hanno chiesto quantomeno di essere aggiornati sulle iniziative che la Task Force incaricata dal governo per intervenire sulla crisi del piceno intende intraprendere e sullo stato delle eventuali trattative in corso.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 534 volte, 1 oggi)