MACERATA – Saranno ben quaranta i relatori che prenderanno parte il 27 e 28 gennaio nell’Aula Magna della Facoltà di Giurisprudenza e all’Auditorium San Paolo di Macerata e il 29 gennaio nell’Aula Magna del Comune di Recanati, a “Auschwitz. Prima e oltre”.

Il convegno metterà a confronto studiosi e docenti italiani e stranieri di varie discipline. Molti giovani ricercatori affiancheranno studiosi già affermati come Angelo d’Orsi, dell’Università di Torino, Yosefa Loshitzky, dell’Università dell’East London, Caterina Resta, dell’Università di Messina e Victor Seidler dell’Università di Londra, ognuno dei quali introdurrà una delle sessioni del convegno

«La grande partecipazione che abbiamo registrato dimostra il fermento esistente in questo campo di studi» sottolinea una delle relatrici del convegno, Silvia Casilio, dottore di ricerca dell’università di Macerata.

«Questo appuntamento si pone in continuità con il lavoro svolto dall’Università fin dall’istituzione della Giornata della memoria, tanto che per l’occasione sarà presentato anche il volume pubblicato dalla Eum a cura di Giuseppe Capriotti che raccoglie gli atti del convegno “Antigiudaismo, antisemitismo, memoria» spiega Paola Magnarelli, direttrice del Dipartimento di Scienze della Comunicazione. Il Convegno tratterà il problema metodologico, di pacifismo e conflitti nel mondo contemporaneo, del mondo post-1989, di rappresentazioni cinematografiche, della paura dell’altro, di identità, diritti e violenza e del ruolo della letteratura nella memoria storica.

All’inizio e alla fine del convegno la professoressa Viviana Gaballo leggerà poesie in inglese sulla Shoah, traducendole contestualmente.

Per maggiori informazioni è possibile consultare il sito www.odg-isrec.com.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 611 volte, 1 oggi)