PONTEVOMANO – MARTINSICURO    2-0    (0-0)

 

PONTEVOMANO: Mirandi 6, Di Giandomenico 6, Casolani 6.5, Catelli 6, Micolucci 6, Di Cesare 6, Di Tommaso 6, Trailani 5.5 (18’st Cecchini 5.5), Falasca 5.5 (41′ st Ruggieri ng), Cavi 6.5, Di Paolo 5.5. A disp. Timoteo, Giansante, Battistone, D’Evangelista, D’Angelo. All. Nocelli

MARTINSICURO: Carfagna 6, Vallese 6, Vignoni 5.5 (21’st Del Grosso 5.5), Scarpantoni 6 (35’st Ulissi ng), Sabini 6, Capretti 6, Minollini 5.5(29’st Paci ng ), Cipolloni 6, Picciola 5.5,  Nepa 5.5, Massetti 6.5. A disp. Rossi, Coccia, Capanna, Florà. All. Fanì

Arbitro Daniele Paterna di Teramo 5( Pennese e D’Auria di Avezzano )

Reti : 4′ st Catelli su rig,. 46′ st Cavi

Note. Ammoniti Casolani e Di Paolo (Pontevomano), Sabini e Scarpantoni (Martinsicuro). Angoli 3-0 per il Martinsicuro, spettatori 150 circa con foltissima rappresentanza ospite.

 

 

PONTEVOMANO – Il Martinsicuro cade a Pontevomano e lascia la testa della classifica. Supportata da moltissimi tifosi la formazione di Fanì è stata battuta dai calci da fermo dei padroni di casa: un rigore, contestatissimo, realizzato da Catelli e uno splendido calcio di punizione dai 20 metri di Cavi. Lo stesso centrocampista del Pontevomano  nel secondo tempo calcia una punizione dai 25 metri con la sfera che si stampa sulla traversa con Carfagna immobile.

Mister Nocelli seppure debba fare a meno di tre squalificati  (Stortone, Di Antonio e Pasinelli), viste le ultime due sconfitte consecutive necessita di far punti per cercare di mantenersi sulla scia delle squadre il lotta per i play off.

Tre assenze anche per il Martinsicuro (Capretta squalificato, Piunti e Ventresini infortunati). Fanì ha a disposizione solo la punta della juniores Picciola e  schiera esterni Minollini e Massetti, con Nepa dietro Picciola.

La cronaca si apre al quinto quando la sfera arriva a Falasca tutto solo in area, spostato sulla destra, con la conclusione che si perde alta. La gara è equilibrata e giocata soprattutto a centrocampo. Ci provano con poca fortuna Cipolloni e Picciola per gli ospiti e Cavi per i locali senza preoccupazioni per i portieri.

All’inizio della ripresa i locali vanno in vantaggio. Sabini contende un palloni in area a Di Paolo, ma l’attaccante locale cade in area e l’arbitro concede il penalty. Furenti le contestazioni degli ospiti e ancor più dei tifosi di fede biancoazzurra. Sul dischetto Catini che spiazza Carfagna, con la palla che tocca il palo interno e si insacca. Il Martinsicuro avanza notevolmente il baricentro costringendo i locali nella loro metà campo. Ci prova Massetti al 52′ con Mirante che para. Il pressing del Martinsicuro non riesce quasi mai a creare azioni pericolose, con i locali che cercano di sfruttare il contropiede. All’81’ punizione dai 25 metri spostata a sinistra. Grande battuta di Cavi con la sfera che finisce la sua corsa all’incrocio dei pali.

Gli ospiti cercano disperatamente il pareggio portando anche il portiere Carfagna in area avversaria in occasione dei calci d’angolo, con il centrale difensivo Sabini al centro dell’area avversaria. All’83’ cross dalla destra Nepa viene cinturato vistosamente in area. La sfera arriva a Massetti che da due metri dalla porta spedisce incredibilmente alto. Inutili le proteste per il fallo su Nepa.

Allo scadere del tempo regolamentare sul cross da calcio d’angolo si avventa Cipolloni, con la palla che si perde a fil di palo. L’arbitro indica in 5 i minuti di recupero. Al primo minuto viene fermata fallosamente una ripartenza dei locali. Della punizione dai 20 metri si incarica Cavi, la cui splendida conclusione finisce la corsa in rete. Apoteosi per i giocatori e fan locali che festeggiano la vittoria sull’ex capolista.

Da segnalare l’insufficienza della prestazione dell’arbitro teramano Paterna, male assistito anche dai collaboratori di linea.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 657 volte, 1 oggi)