SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Un’ora di colloquio utile a conoscersi, a valutare le esigenze della Samb e a capire come mai possano succedere episodi spiacevoli come quello accaduto al capitano della Samb Ogliari al termine dell’incontro casalingo contro il Real Metauro, quando un assistente dell’arbitro Piersimoni, Luca Quintili, avrebbe rivolto parole inopportune nei suoi confronti (avrebbe addirittura apostrofato Ogliari con la parola “bastardo”).

Sergio Spina è stato nella giornata odierna, giovedì, ad Ancona per confrontarsi con il presidente della Figc Marche Paolo Cellini, con il designatore degli arbitri Roberto Picchio e con altri dirigenti federali sia per mostrare il proprio disappunto per diverse scelte arbitrali ma soprattutto per capire come, dall’errore umano, si possa passare poi all’insulto personale. Cose da Eccellenza, probabilmente.

Riguardo Quintili, la Samb si è riservata di presentare un esposto alla Procura Federale della Figc.

Intanto, come previsto, sono stati squalificati sia Pulcini (espulso domenica scorsa) che D’Angelo (somma d’ammonizioni).

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.085 volte, 1 oggi)