SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Paolo Guzzanti ci riprova e dopo l’appuntamento di novembre, saltato a causa dell’improvvisa influenza che lo colpì, tornerà a San Benedetto sabato 23 gennaio per presentare “Il mio agente Sasha”, la sua ultima fatica letteraria.

Con questo libro, Guzzanti racconta la sua verità su come sono andate le cose durante i lavori della commissione Mitrokhin e svela la storia segreta di Sasha Litvinenko, l’ex agente del Kgb sovietico misteriosamente assassinato a Londra per avvelenamento a base di polonio.

Sarà l’occasione per il noto giornalista anche per parlare di altri argomenti scottanti come, ad esempio, dell’ascesa politica di Vladimir Putin e della sua “strana” amicizia con Silvio Berlusconi.

Un Cavaliere che, dopo tanti anni di inattaccabile alleanza, è stato abbandonato dallo stesso Guzzanti, fuoriuscito dal gruppo del Popolo della Libertà il 2 febbraio 2009 ed approdato al gruppo misto della Camera.

L’incontro, incluso nella rassegna “Incontri con l’autore”, si terrà presso l’auditorium comunale “Tebaldini” dalle 17.30. Ingresso, come sempre, gratuito.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 489 volte, 1 oggi)