Tabellino: Sigma Coatings Montegranaro- Armani Jeans Milano: 77-72
Sigma Coatings Montegranaro: Hite ne, Antonutti 5, Cavaliero 15, Marquinhos 12, Filloy, Maestranzi 7, Lechthaler 5,Tsaldaris 7, Cinciarini 7, Ongenaet ne, Brunner 9, Ivanov 10. All.: Frates.
Armani Jeans Milano: Mancinelli 11, Hall, Maciulis 6,Mordente 14, Bulleri 3, Rocca Mason 8, Ianes ne, Petravicius 15, Viggiano 3, Becirovic 12. All.Bechi.
Arbitri: Sahin, Pozzana, Martolini
Note: parziali 18-18, 37-38, 55-49. Tiri da due Montegranaro 19/36, Milano 17/31; tiri da tre Montegranaro 8/23, Milano 8/18; tiri liberi Montegranaro 15/25, Milano 14/18; rimbalzi Montegranaro 30, Milano 30; falli Montegranaro 22, Milano 24; assist Montegranaro 6, Milano 10; stoppate Montegranaro 2, Milano 2.
Uscito per cinque falli: Lechthaler (M)
Spettatori: 2900

PORTO SAN GIORGIO – Nell’anticipo di mezzogiorno la Sutor con grande determinazione e grinta batte Milano davanti allo strepitoso pubblico del Palasavelli.
Inizia subito bene Milano con i 2p di Mordente mentre la squadra di casa apre con un brutto infortunio al gomito del capitano Filloy, che è costretto ad abbandonare anticipatamente il campo. L’Armani Jeans allunga le distanze, per la Sutor è Ivanov a mettere i primi due punti ma è anche grazie alla panchina gialloblu che si ritorna in partita e si conclude il quarto in parità (18-18).
Nel secondo periodo Lechthaler si carica subito di 3 falli. Ci pensa Tsaldaris a mettere i due punti del primo vantaggio (20-18) e dopo il fallo di Antonutti su Petravicius, miglior marcatore per l’Armani con i suoi 15 p, è Becirovic, al suo esordio nella squadra meneghina, a riportare in vantaggio l’Olimpia. C’è equilibrio tra le due squadre e si va al riposo lungo sul –1 per la squadra di coach Frates (37-38).
Dopo l’intervallo, sono i 2p di Marquinhos a dare il via al periodo. Conquistato il vantaggio, l’Olimpia Milano sembra perdere colpi e ne approfitta Montegranaro, che con Marquinhos, Maestranzi e Cavaliero allunga le distanze arrivando a + 9. Ma negli ultimi secondi Cavaliero spende il suo terzo fallo su Mordente, che preciso dalla lunetta segna i tre liberi e il quarto si chiude 55-49.
Nell’ultima frazione di gioco, l’Armani non ci sta e si riporta sul –3 ma non ha fatto i conti con la panchina gialloblu che raggiunge un gap di +13 grazie alla tripla di Cinciarini, la bomba di Cavaliero dagli 8 m e le buone intenzioni di Lechthaler, costretto dal 5° fallo ad abbandonare il campo nei momenti più accesi della partita. Negli ultimi tre minuti, quando ormai il vantaggio sembrava assicurato, il fallo tecnico fischiato a Mordente infonde fiducia alla squadra di coach Bucchi e le tre bombe, due di Mordente ed una di Mancinelli, riporta il gap sul –3. Nonostante la brutta percentuale ai liberi negli ultimi minuti di gioco, Montegranaro non molla e chiude vittoriosa la gara per 77-72.
Il prossimo impegno fuori casa è il quasi derby con Teramo, partita decisiva per la qualificazione alle Final Eight.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 701 volte, 1 oggi)