ASCOLI PICENO – Una maggior attenzione alla lotta all’evasione fiscale e allo spaccio di stupefacenti. Questo è quello che evidenzia il rapporto del comndo Provinciale di Ascol Piceno della Guardia di Finanza relativo alle operazioni condotte nel 2009.

Dalla relazione emerge un netto aumento dei sequestri di sostanze di stupefacenti. Questo sta a significare senza dubbio un incremento dei controlli e un maggior successo delle operazioni condotte dagli uomini delle fiamme gialle, ma anche un generale aumento di consumo di droga nel nostro territorio. Un dato, del resto, confemato anche dal bilancio relativo al 2009 redatto dai Carabinieri.

Nello specifico, nel corso dell’anno da poco concluso, sono stati sequestrati dal comando provinciale della Guardia di Finanza di Ascoli 87 chilogrammi tra hashish e marijuana, 3 chili di cocaina, uno di eroina e sono state segnalate 120 persone di cui 32 tratte in arresto.

Nel 2008 furono invece meno di venti i chili di hashish e marijuana sequestrati; meno di un chilo la cocaina mentre più o meno uguale è la quantità di eroina.

Nella lotta all’evasione fiscale sono quasi 120 i milioni non dichiarati nel 2009 nel Piceno e 103 le persone denunciate. Nell’anno passato la frode fiscale arrivava all’incirca a cento milioni.

Per quello che riguarda il lavoro nero sono stati effettuati oltre cento controlli durante i quali è stato rilevato l’utilizzo di 142 lavoratori irregolari, di cui 80 completamente in nero. Il dato non si scosta di molto da quello relativo all’anno precedente quando furono scoperti 167 lavoratori irregolari di cui 97 completamente in nero.

La lotta alla contraffazione ha fatto registrare il sequestro di oltre 22 mila prodotti e la denuncia di 43 persone. Infine, un dato riguarda il pagamento del canone Rai negli esercizi commerciali: dagli 85 controlli effettuati è risultato che non erano in regola 54 esercizi commerciali, con una percentuale di mancato pagamento del 64%.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 953 volte, 1 oggi)