VIGOR SENIGALLIA-GROTTAMMARE 3-2

VIGOR SENIGALLIA: Petrini, Rizzotto, Giraldi, Guerra, Giorgini, Nataloni, Smerilli, Mosca, Pesaresi, Savelli, Paniconi (79′ Tantuccio). A disposizione: Minardi, Palazzesi, Giovine, Cercaci, Pierfederici, Nacciarriti.  Allenatore: Favi

GROTTAMMARE: Domanico, Giovagnoli (90), Capriotti (53′ Adamoli), Del Moro (74′ Marcatili), Oddi, Atitallah (92), De Angelis, Cognata, Ludovisi, Faraone, Parma (68′ Bollettini). A disposizione: Addazi, Fioravanti (90), Piemontese (92), Mendozza (92). Allenatore: Del Moro

Arbitro: Sig. Paolini di Pesaro

Marcatori: 19′ Ludovisi (G), 26′ Smerilli (V), 32′ Guerra (V), 46′ Parma (G), 72′ Rizzotto (V)

Ammoniti:  Faraone, Adamoli (G), Mosca, Giraldi (V). Calci d’angolo 5-3. Recupero 1’pt, 3′ st

SENIGALLIA -Si ferma a sorpresa in quel di  Senigallia la lunga striscia di risultati utili consecutivi (10) del Grottammare  privo di  Orlandi, battuto dalla Vigor per 3-2 in una gara viva, e a tratti nervosa, dal primo all’ultimo minuto nella quale le due compagini si sono affrontate a viso aperto. Ne è venuta fuori una partita vibrante con i biancocelesti che vanno in vantaggio con l’infallibile Ludovisi (capocannoniere biancoceleste giunto alla nona rete stagionale), poi ripresi e superati dalla Vigor con un uno-due firmato Smerilli-Guerra, che, però, non abbatte affatto i ragazzi di Del Moro che trovano nuovamente la rete con una perla di Parma (al suo terzo centro stagionale)  nel recupero. Si va al riposo sul 2-2.

La ripresa vede un inizio più guardingo di entrambe le compagini. I biancocelesti sono reduci dalla gara di mercoledì a Montegiorgio, i padroni di casa ne hanno di più e non si fanno pregare quando sugli sviluppi di un calcio d’angolo trovano  la rete dei tre punti con Rizzotto. Per il Grottammare si tratta della settima sconfitta complessiva, la quinta in trasferta. Pare proprio che il Grottammare, che qualche mese fa sembrava aver sistemato la difesa (un fatto attestato anche dai cinque 0-0 consecutivi ottenuti) contrapposta ad un attacco sterile (solo 9 reti all’attivo prima dell’acquisto di Ludovisi), poi, successivamente all’esplosione in fase realizzativa avvenuta ad Osimo, è come se avesse subito un disequilibrio tant’è vero che nelle ultime 6 gare il reparto arretrato ha subito 8 reti.

E’ infatti come se per migliorare l’aspetto offensivo la fase difensiva si fosse sbilanciata avanzando il baricentro e subendo di più le manovre ospiti anche quelle di squadre dagli attacchi non prolifici come la Vigor (che prima di questa gara aveva siglato solo 11 reti in 21 gare) .

La cronaca – Al 19′  il  Grottammare passava in vantaggio. Ludovisi sfruttava un invito rasoterra dalla sinistra, anticipava  il diretto marcatore e infilava col piattone la porta difesa da Petrini.

Al 26′ arrivava il  pari della formazione rossoblu. Mischia in area biancoceleste, Guerra serviva Smerilli che dal limite dell’area  concludeva  trovando la deviazione sfortunata di Giovagnoli che spiazzava  Domanico. : 1-1.

Al 32′  i padroni di casa si portavano  in vantaggio. Pesaresi difendeva  il pallone e appoggiava  per l’accorrente Guerra che dalla distanza inventava  una conclusione potente e precisa che si infilava  nel sette alla sinistra di Domanico che non poteva nulla: 2-1.

Al 36′   De Angelis in possesso di palla braccato da due difensori trovava  lo spazio per servire Giovagnoli che concludeva a lato di pochissimo.

Al 39′   angolo battuto da Paniconi, Savelli svettava  a centro area di testa . Pallone oltre la traversa.

Al 46′ – giungeva il pareggio del Grottammare. I biancocelesti battevano  un calcio di punizione dalla lunetta. Parma riceveva e inventava  una parabola a girare che s’insaccava  nell’angolo alla destra dell’estremo senigallese per il  2-2.

Secondo tempo

Al 47′  Mosca andava su una ribattuta della difesa ospite e sparava  una fucilata col sinistro, Domanico ci metteva  i pugni deviando in angolo.

Al 61′   tiro dai 25 metri di Savelli che trova una deviazione costringendo  Domanico alla deviazione  oltre la traversa

Al 64′ – Del Moro conquistava  una punizione nella metà campo avversaria, Parma andava alla battuta: traversone per la testa di Giovagnoli, la cui deviazione non trovava per  un soffio la porta

Al 68′ – Vigor in avanti: Smerilli pescava  Guerra con un passaggio filtrante che lo metteva  a tu per tu con Domanico, ma  il suo tiro si stampava  sul palo.

Al 69′  Guerra andava ancora una volta al tiro, ma  Domanico non si faceva sorprendere.

Al 72′ – arrivava il gol partita  della Vigor. Angolo di Smerilli, pallone al centro controllato da Rizzotto che trovava l’angolo lontano con un preciso diagonale : 3-2

Al 74′ il giocatore -allenatore Del Moro lasciava il campo a Marcatili.

Al 78′ Ludovisi provava il tiro a girare, sfera fuori di poco.

80′ – Tantuccio lanciava Mosca che dall’out destro trovava Smerilli pronto alla conclusione da pochi passi, riflesso felino di Domanico che gli negava la gioia della doppietta.

Al 92′ – Grottammare sbilanciato, Pesaresi se ne andava,  ed effettuava un diagonale che finiva  fuori di poco.  Il Grottammare dopo questa sconfitta è ora ottavo in classifica superato dal Real Metauro (al suo 13°risultato utile consecutivo con il pari conquistato al Riviera ) e agganciato dal Montegiorgio, a -4 dalla zona play off e con un + 6 sulla zona play out. Mentre la Vigor e il suo tecnico Favi con questo successo forse meritato ai punti (occasioni avute) ,  tirano un respiro di sollievo agganciando l’Urbino e la conseguente  la zona play out  e portandosi a -7 dalla  salvezza diretta. Domenica la squadra di Del Moro ospiterà al Pirani la Vis Macerata sconfitta ieri in casa dalla Fermana (la vera anti-Samb del torneo).

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 568 volte, 1 oggi)