Scritto in diretta web

MANUELLI Sul gol è stato bravo Bucefalo, loro si sono un po’ aperti perché il calcio è fatto anche di errori. Abbiamo affrontato la prima della classe con un potenziale diverso dal nostro. Veniamo da un buon periodo, siamo stati bravi a rimettere in pari la partita, mentre nel secondo tempo siamo stati bravi e fermi sulle gambe, forse al 90′ abbiamo avuto anche la più netta palla gol. Avevamo preparato la gara così, aggredirli sulla trequarti e ripartire sui loro centrali che sono bravi sull’uno contro uno ma non magari quando hanno la palla che va alta, soffrono magari la velocità. Aggredivamo D’Aniello per non farli ragionare. Adesso siamo a tredici risultati utili consecutivi, per noi era impensabile, la Samb ha fatto tre cambi che da soli costano come tutta la mia squadra. D’Angelo? M’avevano detto che era molto bravo, abbiamo preparato il raddoppio di marcatura sistematico su di lui, Tallevi comunque ha marcato bene. L’espulsione di Pulcini? Ha rallentato la corsa per aspettare l’attaccante, poi cosa abbia fatto non lo so, era lontano. Noi puntiamo a salvarci.

PALLADINI Il gol concesso? Sbagliato una palla in orizzontale, siamo stati anticipati e poi siamo stati presi di infilata. Partiti bene e poi potevamo fare anche il secondo gol nel primo tempo, mentre nella ripresa troppo arruffoni, giocato poco sulle fasce e loro si sono difesi in maniera ordinata. Non è stata la miglior partita dell’anno. Cacciatore e Menichini? Sono due attaccanti, uno dovrebbe fare la sponda e l’altro andare in profondità, poi non sempre si riesce. Oggi sicuramente davanti non abbiamo fatto una grande partita, comunque abbiamo creato 4-5 palle gol importanti,ma invece di tirare facciamo sempre il passaggio in più. Oresti? Viene da un infortunio lungo e deve recuperare la condizione, ma sta recuperando e sicuramente avrà molto più spazio. Il rigore su Gentili? E’ sembrato anche a me rigore, ma stare qui a parlare di queste cose non mi piace. Certo, D’Angelo e Pulcini verranno squalificati… Non mi piace parlare dell’arbitro, ma devo ammettere che abbiamo fatto un passettino indietro. Alla fine Giandomenico era l’unico che poteva avere la giocata importante, anche se era stanco. Domenica non avremo né D’Angelo né Petrucci. Un assistente arbitrale ha offeso Ogliari? Sarebbe una cosa grave, prima viene il rispetto. Noi abbiamo la pressione di dover vincere sempre, a volte siamo portati a non fare la giocata semplice… nel finale potevamo giocare con Mengo la palla in maniera diversa e invece di buttare la palla l’abbiamo regalata. Stanchi nel finale? Non è facile stare sempre all’attacco, loro si sono difesi e noi abbiamo sempre dato tutto, quindi un po’ di stanchezza nel finale ci può stare. Arrivano rinforzi? Io penso ad allenare quelli che ho, abbiamo perso due punti ma andiamo avanti.

GIANDOMENICO Questa settimana ho avuto un po’ di problemi e mi sono allenato poco, quindi nel finale ho accusato un poco di stanchezza. Potevamo chiudere la partita all’inizio, la partita poteva andare diversamente, purtroppo non è stata una grande giornata da parte nostra, abbiamo sofferto. L’arbitraggio? Ne ho visti due veramente clamorosi, di rigori non dati, ma ci siamo abituati dall’inizio dell’anno.

OGLIARI Avrei evitato volentieri di venire qui, ma credo che la mia età mi permette di spendere qualche parola perché credo di essere credibile.Rientrando nello spogliatoio il signor Quintili di Ascoli Piceno, mentre chiedevo spiegazione dell’accaduto, lui mi ha invitato a dire, Ogliari ti conosco bene sei un bastardo vai nel tuo spogliatoi. Io mi sono sentito umiliato dalla persona che ha approfittato della sua carica. Io sono una persona educata, mi conoscete. Io ho chiesto spiegazioni educatamente, non può chiamarmi “bastardo” che a me fa male per vicende personali. Non si può permettere. Penso che avranno sentito in trenta persone. Voi sapete che sono molto educato, scusatemi ma non ci sto. Ci sta che possiamo giocare male o bene, così come gli arbitri, possono sbagliare, ma non si deve abusare.

La Samb ha presentato una lettera di protesta con i fatti citati da Ogliari, consegnata all’arbitro.

STEFANO BRUNI, ADDETTO STAMPA, FA CONOSCERE LA POSIZIONE DEL PRESIDENTE SPINA La Samb è la squadra più forte del girone che dà tutto sul campo, mi sono stancato che gli arbitri fanno i “fenomeni” contro la Samb. Se questi episodi dovessero continuare, Spina fa sapere che si dimetterà dalla sua carica.

D’ANIELLO La colpa del gol è mia, ho sbagliato un passaggio orizzontale, loro ci hanno pressato sempre e non ci hanno fatto giocare, ora cercheremo di vincere domenica prossima a Cingoli. Abbiamo creato tante occasioni, magari non limpide ma non siamo riuscite a sfruttarle, ma ciò non toglie che abbiamo giocato male. E alla fine Rulli ha salvato sulla linea.

SPADONI All’arbitro ho chiesto come non avesse dato il primo rigore su Pulcini e, su D’Angelo, come avesse potuto ammonirlo quando la sua maglia s’era sbracata. Negli spogliatoi invece è accaduto di tutto, gli animi si erano calmati ma erano presenti anche le forze dell’ordine. Dall’inizio dell’anno abbiamo avuto due rigori a risultato acquisito, altri 7-8 non dati. Abbiamo una federazione sopra di noi, Spina domenica scorsa è stato squalificato per un mese, spero che ci sia pari severità. Se invece Quintili non sarà punito, vorrà dire che la pagliacciata sarà completa. Quell’aggettivo è stato reiterato. Il risultato va accettato, ma non queste cose. Se queste persone vengono da Ascoli e da Fermo e non sono sereni la federazione lo tenga presente. Non dobbiamo vincere per forza sempre 3-0, ci possono essere anche i rigori.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 2.376 volte, 1 oggi)