GROTTAMMARE – Sono diverse le scadenze del mese in corso, dalla denuncia iniziale della Tarsu, alla richiesta per gli alloggi popolari, per la concessione di loculi all’assegno di sostegno per il nucleo familiare. Disponibili anche i nuovi fac-simile per la richiesta di occupazione di suolo pubblico. Ecco tutte le date ultime e le specifiche.

20 gennaio – TARSU, denuncia iniziale e variazioni.

Se nel corso dell’anno passato le superfici dei locali soggetti all’applicazione della Tassa sui rifiuti solidi urbani sono state modificate, o sono cambiate le destinazioni d’uso, i titolari devono darne comunicazione all’ufficio Tarsu entro il 20 gennaio. Lo stesso termine vale per la denuncia iniziale. Si ricorda che sono soggette a denuncia le superfici di tutti i locali, compresi garage, ripostigli, scantinati e soffitte. La tassa è corrisposta in base a tariffa commisurata ad anno solare e decorre dal bimestre solare successivo a quello a cui ha avuto inizio l’utenza.Le dichiarazioni vanno fatte su appositi moduli a disposizione presso l’ufficio Tarsu 0735 739211 (II piano palazzo municipale).

28 gennaio – Alloggi popolari

E’ in pubblicazione il bando per l’aggiornamento dell’elenco degli aventi diritto all’alloggio popolare, in vista dell’aggiornamento biennale della graduatoria degli aventi diritto. Le domande vanno consegnate all’ufficio Protocollo che rilascerà attestazione di ricevuta, oppure, spedite via raccomandata con ricevuta di ritorno. Per le domande inviate a mezzo posta farà fede il timbro postale di partenza. La versione integrale del bando e il fac-simile possono essere ritirati all’ufficio Casa, all’Urp o scaricati dal sito internet del Comune www.comune.grottammare.ap.it;  accesso diretto dalla pagina principale.   Per i cittadini italiani residenti all’estero il termine di presentazione scade il 12 febbraio 2010. Info: Ufficio Casa, 0735 739223 (primo piano palazzo municipale).

30 gennaio  – Concessione loculi

La prenotazione di loculi presso il cimitero cittadino va fatta compilando la domanda di assegnazione  su un apposito modello, da ritirare all’Urp o all’ufficio Segreteria (I piano) e scaricabile anche da internet – dove è possibile consultare il bando integrale dell’avviso – e presentata all’ufficio Protocollo in busta chiusa recante la dicitura: “Richiesta assegnazione loculo nel cimitero comunale di Grottammare”. In base alle domande che perverranno, verrà stilata una graduatoria attraverso la quale si provvederà a convocare i soggetti assegnatari per la scelta dei loculi. Possono richiedere l’assegnazione i residenti che abbiano già compiuto 65 anni e i non residenti che abbiano già compiuto 65 anni e che abbiano un congiunto già sepolto nel cimitero di Grottammare.

Come già comunicato, per far fronte alla domanda di nuovi loculi, l’ala ovest del cimitero cittadino è stata destinata ad accogliere un ampliamento strutturale di 825 fornetti, composto di tre distinti settori, che verranno realizzati nel corso degli anni, procedendo, per ogni blocco, prima all’assegnazione e poi alla realizzazione. L’appalto dei lavori sarà avviato al raggiungimento di una soglia minima di richieste di concessione. L’intervento, infatti, è finanziato con i proventi derivanti dal rilascio delle concessioni cimiteriali.

31 gennaio  – Assegno per il nucleo familiare

Le famiglie con almeno tre figli minorenni possono beneficiare dell’assegno per il nucleo familiare. Per usufruire del contributo occorre possedere i seguenti requisiti: cittadinanza italiana  o comunitaria, residenza nel comune di Grottammare, presenza di almeno tre figli minorenni, Ise non superiore a 23 mila 200,30 euro, riferito a un nucleo di 5 persone. Le domande vanno presentate all’ufficio Protocollo del Comune. Informazioni: ufficio Assistenza alla persona, I piano palazzo municipale (0735.739236).

Dal servizio Sviluppo economico, invece, comunicano che sono disponibili i nuovi fac simile di domanda di occupazione di suolo pubblico, aggiornati secondo le disposizioni approvate dal consiglio comunale, e che è stato predisposto un nuovo modulo relativo all’installazione di dehors su aree in proprietà o in concessione o comunque di cui si ha la disponibilità per l’esercizio di somministrazione di alimenti e bevande.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 438 volte, 1 oggi)