CUPRA MARITTIMA – La Galleria Marconi di Cupra Marittima riprende la programmazione della rassegna “Non lo so e non lo voglio sapere”. Domenica 17 gennaio alle 18, infatti, si inaugura il primo appuntamento di “Marche Centro d’Arte”. Si tratta di un mini ciclo di tre mostre dedicato ai fermenti artistici marchigiani, che viene riproposto dopo il successo dello scorso anno.

A curare la mostra è Cristina Petrelli che presenta il lavoro di Roberto Cicchinè, Armando Fanelli, Niba e Ivana Spinelli, ovvero quattro artisti che utilizzando linguaggi diversi danno il senso della situazione dell’arte nel nostro territorio.

Dice a proposito Cristina Petrelli: «Negli scatti fotografici di Roberto Cicchinè la memoria individuale partecipa alle scelte collettive, cristallizzandosi nel simbolo. L’inevitabile dissolvimento diventa indizio dell’attraversamento necessario che predispone al nuovo. Nel video Armando Fanelli traccia una mappa emotiva in cui l’infinita complessità dei rapporti umani si rende percepibile attraverso il confine poroso dell’epidermide, un processo che continua nelle foto, dove ciò che normalmente resta celato viene prepotentemente esibito».

«Nelle sculture di Niba – prosegue la Petrelli – rimane solo la forma del corpo femminile imprigionato in aderenti tute di latex. Il riflesso acquista consistenza nel gioco simmetrico della duplicazione, celebrando il carattere effimero dell’apparenza. Nell’installazione di Ivana Spinelli oggetti della vita domestica si susseguono l’uno dopo l’altro. L’uso dell’inchiostro nero sul bianco dello sfondo assegna all’immagine un’esistenza incerta, in bilico tra affermazione e scomparsa».

La mostra termina il 14 febbraio ed è visitabile tutti giorni dalle 16 alle 20 esclusa la domenica. Per informazioni è possibile contattare direttamente la Galleria Marconi allo 0735.778703, o scrivere a galmarconi@siscom.it o ancora visitare www.siscom.it/marconi.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 509 volte, 1 oggi)