ASCOLI PICENO – Incontro mercoledi mattina a Palazzo San Filippo tra il Presidente della Provincia Piero Celani, l’Assessore al Bilancio Vittorio Crescenzi e i segretari provinciali di Cgil, Cisl e Ugl Giancarlo Collina, Antonio Angelini, Giuseppe Marucci e Leonardo Frascarelli della Segreteria provinciale UIL.

Oggetto dell’incontro le linee di indirizzo del Bilancio di previsione per il 2011, che verrà proposto al prossimo consiglio provinciale.

Celani, partendo dai dati del consuntivo 2008, si è soffermato sulle cause che hanno portato allo squilibrio del Bilancio e sui motivi del discostamento dalle prime proiezioni virtuali del bilancio di previsione della nuova Provincia di Ascoli.

«Il nuovo bilancio 2010 – ha comunque rassicurato Celani – coniuga il rigore e il controllo delle spese di gestione e del debito senza però intaccare la capacità di investimento e penalizzare il territorio negli interventi essenziali».

«Non sarà aumentata la pressione fiscale – ha sottolineato Crescenzi- ma si agirà sulla ristrutturazione del debito, la riduzione dei fitti passivi e la razionalizzazione delle spese di gestione come, ad esempio, l’introduzione della posta elettronica certificata al posto della carta per gli atti amministrativi e una nuova gestione del parco auto».

Si è parlato anche del portale presente sul sito della Provincia attraverso il quale si può accedere a tutte le informazioni per poter beneficiare di strumenti per affrontare la crisi, come il Fondo Regionale per le famiglie e per le piccole e medie imprese, e del Fondo Sociale Europeo, che permetterà investimenti in direzione delle politiche della Formazione e del Lavoro.
I sindacati hanno mostrato disponibilità a collaborare a tutte le azioni a sostegno del rilancio del territorio e hanno assicurato il loro impegno a monitorare il bilancio e a discutere l’utilizzo di eventuali ulteriori risorse che dovessero rendersi disponibili.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 451 volte, 1 oggi)