MARTINSICURO –  Giuseppe Di Salvatore, figlio del primo cittadino di Martinsicuro è morto a 22 anni per un improvviso arresto cardiaco. E’ una tragedia immane ed improvvisa quella che si è abbattuta sulla famiglia Di Salvatore. Giuseppe, seppure disabile, era un ragazzo solare e pieno di vita, studiava all’Università ed era circondato dall’affetto di molti amici e assistito con amore dalla famiglia.

Stamattina il giovane è stato dalla logopedista. Poi è tornato a casa dove ha pranzato. Ha accusato un forte dolore al petto, ma nessuno poteva immaginare la tragedia che sarebbe accaduta di lì a poco, dato che Giuseppe non aveva mai avuto problemi di cuore.

Non appena ha manifestato il malore sono stati subito chiamati i soccorsi. L’ambulanza è arrivata dopo pochi minuti, abitando la famiglia Di Salvatore proprio nei pressi della Croce Verde di Villa Rosa, ma per il ragazzo ormai non c’era più nulla da fare, poiché era già morto. Il padre Abramo al momento della tragedia non era in casa, ma si trovava in riunione all’Unione dei Comuni, quando è stato avvisato dell’accaduto.

La notizia si è diffusa subito a Martinsicuro e a casa Di Salvatore si è creato subito un via vai di gente: parenti, amici, conoscenti, tutti scioccati per la scomparsa del giovane.

La camera ardente è stata allestita nel tardo pomeriggio presso l’abitazione, mentre i funerali si svolgeranno sabato alle 10,30 nella chiesa di San Gabriele a Villa Rosa.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 3.584 volte, 1 oggi)