CUPRA MARITTIMA – Da venerdì 15 gennaio entrerà in vigore la nuova ordinanza comunale sul decoro pubblico.«Ho voluto questa ordinanza – spiega il sindaco Domenico D’Annibali – per rendere più vivibile e pulita Cupra Marittima».

Ricordiamo le linee generiche dell’ordinanza, che ribadisce una serie di divieti. Da ora in poi sarà vietato gettare o abbandonare carte, bottiglie, contenitori vuoti di bevande e qualsiasi altro tipo di rifiuti solidi, compresi i mozziconi di sigaretta e le gomme masticate, o versare liquidi al di fuori degli appositi contenitori; bivaccare o sistemare giacigli nelle aree pubbliche o nei pressi; deturpare e imbrattare con graffiti, disegni, scritte i monumenti, le facciate di qualsiasi edificio pubblico o privato, la pavimentazione stradale ed in generale tutti i beni comunali immobili o mobili, verde pubblico, cabine, panchine, cancellate, bagni pubblici, targhe, segnaletica e qualsiasi altro manufatto di arredo urbano.

Sarà vietato abbandonare o appoggiare a terra, anche vicino ai cassonetti, qualsiasi tipo di rifiuto al di fuori dei casi specificamente disciplinati. A proposito, il conferimento dei rifiuti nei cassonetti stradali è consentito non prima delle ore 18 nel periodo di vigenza dell’ora solare e non prima delle ore 20 nel periodo di vigenza dell’ora legale.

Si legge poi nell’ordinanza: “Le radio e le televisioni, o comunque gli apparecchi che riproducono la musica, devono essere utilizzati contenendo sempre il volume in modo tale da non recare in alcun modo molestie o disturbo. Per chi viaggia in auto invece si ricorda che la musica non deve propagarsi al di fuori dell’abitacolo. È vietato arrecare disturbo durante le ore notturne, ovvero dalle 20 alle 8, con schiamazzi, grida, ed altri rumori molesti”.

Severità anche nei confronti di chi possiede animali e non ne ha adeguata cura. Sarà obbligatorio rimuovere gli escrementi del cane o di altri animali che devono essere depositati nei cassonetti dei rifiuti solidi urbani. Per questo il conduttore di avere con sé strumenti idonei alla raccolta.

E ancora: “È vietato introdurre cani, gatti ed altri animali domestici, anche se muniti di museruola e guinzaglio, nei locali e negli esercizi ove si producano, si lavorino, si confezionino, si manipolino, si consumino sostanze e prodotti alimentari, nonché nei locali e negli esercizi in cui siano presenti prodotti alimentari non confezionati. Non è possibile condurre i cani ed altri animali domestici sui mezzi pubblici di trasporto se non muniti di idonea museruola e tenuti al guinzaglio”.

Il non rispetto di queste norme comporta delle sanzioni, specifiche per ciascun inadempimento, e vanno da un minimo di 25 euro ad un massino di 500 euro. A controllare sul rispetto di quanto ordinato sarà la Polizia Municipale e le altre Forze dell’Ordine.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 792 volte, 1 oggi)