SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Nella prima giornata del torneo Under 14 maschile Girone F, dove nove squadre regionali di alto livello si danno battaglia, la prima squadra della Samb Volley ha dimostrato grande orgoglio, ma non il 100% delle proprie capacità.

In realtà i ragazzi di Medico, Brutti e Mattioli partono bene contro la Lube Macerata. Nel primo parziale arrivano, spalla a spalla, al 20-21. Purtroppo  a 20 rimangono, sopraffatti dall’accelerazione dei Maceratesi (20-25). Nel secondo set i Rossoblu tengono testa alla Lube sino all’8-9. Sull’11-15, l’allenatore Mattioli ricorre al time-out per cercare di spezzare il ritmo degli avversari. Questi, però, perfettamente concentrati, guadagnano un break di 5 punti (11-20). Scatta così il secondo time-out, estremo tentativo di Mattioli di riagganciare la partita. La Samb Volley, avvilita e scoraggiata, getta la spugna e lascia che i Maceratesi chiudano la gara sul 12-25.

Il secondo incontro, disputato dalla Lube contro l’agguerritissima Ankon Volley, è conquistato da quest’ultima (2 set a 0), che approccia con determinazione anche la terza gara in programma contro i ragazzi di Mattioli. La Samb Volley si trova spesso sotto di 2 o 3 punti, ma sembra non voler cedere fino al 13-16, quando gli anconetani tentano la fuga. I rossoblu oppongono una bella resistenza, ma ciò non basta a recuperare il gap: il set si chiude sul 16-25. Nel secondo set, la squadra di casa parte bene e arriva in vantaggio di 2 punti sull’11-9. Purtroppo, nelle azioni successive, subiscono la superiorità fisica degli avversari e chiudono la gara a 18-25.

L’unico obiettivo raggiunto per ora è quello del numero dei punti realizzati, quale bottino da tenere da parte per il futuro. Futuro in cui potranno arrivare anche delle vittorie, basta «mettere più concentrazione nell’affrontare questo tipo di squadre e avere più fiducia in sé stessi», afferma fiducioso l’allenatore Alessandro Brutti.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 414 volte, 1 oggi)