ASCOLI PICENO – Guido Castelli lo aveva ironincamente preannunciato già durante la presentazione dei primi cento giorni da sindaco, nel corso della quale, tra le altre cose erano, state esposte le misure di sicurezza stadale che la nuova amministrazione avrebbe intrapreso nel giro di poco tempo: «Ascoli, città delle cento torri, sarà anche città dei centro dossi».

I nuovi dissuasori di velocità saranno posizionati nel quartiere di Monticelli (appaltati alla ditta Piceno Asfalti) e precisamente in Via dei Platani, Via delle Begonie, Via dei Gelsonmini e Via Zinnie. Passaggi pedonali in rilievo saranno realizzati anche in altre zone della città, come in Via Loreto, Via Marconi e Marino.

Insomma i famosi dossi, tanto cari al cittadino quando è a piedi, quanto odiati dallo stesso quando è in macchina, spuntano come funghi e continuando di questo passo, tra quelli in cantiere e quelli già realizzati, quota cento verrà raggiunta in poco tempo.

I disagi creati alla circolazione (e alle sospensioni delle automobili) non mancano, ma su questo punto il sindaco è stato subito chiaro: «Anche una sola vita salvata vale molto di più di tutti i disagi che questi dissuasori creano agli automobilisti».

Nel frattempo sono in programma altre misure per ridurre la velocità del traffico cittadino, come gli autovelox che verranno impiantati lungo la strada Piceno Aprutina all’altezza della caserma militare in entrambe le direzioni, sul viale principale di Monticelli e in centro, precisamente in via della Rimembranza (strada dell’Annunziata) e Via Ricci.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.137 volte, 1 oggi)