GROTTAMMARE – È il cittadino grottammarese che si è distinto per la sua attività culturale, sportiva o professione, portando in alto il nome di Grottammare in Italia o nel mondo. È il “Grottammarese dell’anno” che, ormai come consuetudine, viene premiato all’interno della serata di beneficenza a favore dell’Associazone Alessandro Troiani di Ascoli Piceno “Una rotonda sul mare”, che quest’anno si terrà il 23 gennaio, al Teatro delle Energie.

All’insegna della beneficenza anche l’ospite d’onore, Giuseppe Povia che nel 2005 vinse partecipando fuori concorso al Festival di Sanremo con la canzone “I bambini fanno ooh…“. Il brano venne scelto come colonna sonora per “Avamposto 55”, campagna di solidarietà a favore dei bambini del Darfur. A sostegno di questa iniziativa Povia devolse, per un intero anno, i proventi derivanti dalla percentuale delle vendite del singolo “I bambini fanno ooh” contribuendo alla costruzione di due scuole-ospedali nello Stato africano. Il resto è storia della musica, nel 2006 vince la 56° Edizione del Festival di Sanremo con la canzone “Vorrei avere il becco” e nel 2009 arriva secondo al Festival di Sanremo con la canzone “Luca era gay” e si aggiudica anche il Premio Sala Stampa Radio Tv.

Tornando al nome del grottammarese dell’anno, questo verrà scelto il 19 gennaio dalla commissione giudicante, composta da dirigenti dell’Associazione Lido Degli Aranci, della Confcommercio, da uno storico grottammarese, dal Sindaco, dall’assessore alla cultura e da Antonio Attorre Grottammarese dell’anno 2008.

L’ingresso alla serata del 23 gennaio è di 12 euro, per informazioni è possibile telefonare al numero 335.6234568 o contattare gli organizzatori, l’Associazione Lido degli Aranci.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 807 volte, 1 oggi)