SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Riganò, si decide la settimana prossima. Il “caso” Menichini (il giocatore rischia il deferimento a causa di un contratto che sarebbe stato firmato ma non rispettato nei confronti dell’Aversa Normanna) spalanca le porte all’arrivo di un nuovo attaccante: ceduto Basilico, nel caso di assenza di Menichini i rossoblu avrebbero dalla loro solo Gentili, tra l’altro centravanti atipico così come Cacciatore. Ecco allora che l’ex bomber di Taranto e Fiorentina diventa la prima scelta del presidente Spina e del direttore sportivo Spadoni.
Quest’ultimo conferma: «Dopo il Capodanno sono andato a trovarlo nella sua casa, a Firenze. Ieri la sua compagna ha partorito, quindi per lui sono giorni importanti e difatti oggi non siamo riusciti a parlargli. Di fatto la situazione di Menichini ci ha obbligato a guardarci in giro e Christian Riganò è la prima scelta».
Un attaccante che fino ad un paio di stagioni fa giocava in Serie A, a 35 anni (è nato il 25 maggio 1974, il giorno prima della seconda storica promozione della Samb in B), e che è reduce da una stagione da dimenticare tra Cremona e Terni, con quale spirito potrà trovarsi in Eccellenza? Spadoni spiega che «l’ho trovato sereno e, come mi era stato detto, estremamente esplicito. A quella età deve decidere se smettere di giocare e dedicarsi alla famiglia o accettare questa nuova sfida. Al momento ha diverse richieste sia dalla Serie D che dalla Seconda Divisione, anche vicino a dove vive, ma è un calciatore che nella sua carriera ha giocato in piazze passionali e soltanto in un ambiente esigente e caldo come quello di San Benedetto si sentirebbe in grado di avere quegli stimoli necessari. Bisognerà vedere se la nascita di un figlio modificherà qualcosa».
Occorre comunque considerare che un eventuale arrivo di Riganò richiederebbe alcune settimane per rimettersi in piena forma, anche se l’attaccante in questo periodo di inattività ha provveduto a non perdere quel minimo di tonicità necessaria. L’impressione è che l’accordo verbale tra le parti si possa concretizzare nei primi giorni della prossima settiamana, quando, dopo la gara di Ancona, Spina & company avranno più chiara la situazione.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.423 volte, 1 oggi)