MONTEPRANDONE – Secondo gli organizzatori sono stati più di 6.000 i visitatori che durante le festività natalizie hanno visitato la mostra-concorso di presepi artistici allestita dall’Associazione “Mons. Eugenio Massi” presso il Palazzetto Parissi.
Come da tradizione il giorno dell’Epifania si è svolta la cerimonia di premiazione delle opere migliori.
In una Sala San Leonardo gremitissima, il Presidente dell’Associazione “Mons. Eugenio Massi”, Natalino Romandini, ha svelato i nomi degli artigiani più meritevoli, i cui lavori sono stati valutati da una giuria di esperti.
Il primo premio è andato al presepe realizzato da Adriano Giacinti e Franco Fausti (San Benedetto), una natività assai suggestiva, calata in un classico ambiente contadino.
Al secondo posto si sono classificate, ex aequo, ben tre opere e cioè quelle di Natale Mattieto (Fermo), Antonella Torquati (Porto Sant’Elpidio) e Roberto Angelini (Fermo). La menzione speciale della giuria tecnica per la ricchezza della composizione è andata al presepe di Nunzia Liberati mentre quella della giuria popolare è stata assegnata a Flavio Iodice e Orlando Coccia.
Premiati anche i ragazzi delle scuole cittadine che si sono cimentati nella realizzazione di mini presepi. Il primo premio è andato ai fratelli D’Angelo.
«Questa è un’iniziativa volta a rivalutare un valore primario, quello della Natività – ha dichiarato il vice Presidente Piunti – fa piacere dunque sapere che in un comune come Monteprandone, una perla del nostro territorio, tanti visitatori abbiano ammirato con entusiasmo le opere proposte».
«La mostra-concorso dei presepi va sostenuta – ha concluso il sindaco Stracci- in quanto manifestazione d’eccellenza realizzata grazie alla passione di partecipanti ed organizzatori. Inoltre il concorso ci aiuta a coinvolgere anche i ragazzi del nostro territorio, trasmettendo così alle nuove generazioni il vero significato del Natale».

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.069 volte, 1 oggi)