MARTINSICURO – Riportiamo l’intervento di un lettore in merito alla zps di Martinsicuro: l’interessamento da parte della Regione Abruzzo per stralciare dalla zona sottoposta a Riserva l’ultimo tratto che sconfina nel territorio abruzzese suggerisce a Luciano Sgolastra un possibile scenario futuro:

«Leggo ora l’articolo comparso sul vostro quotidiano in merito alla delibera della Giunta Regionale Abruzzese di riportare i confini dell’area protetta Sentina solo nei confini marchigiani.

Sono malizioso, ma non è che questo disguido è l’inizio di una prova per indicare tale zona come sede di una delle centrali nucleari? So che su questa ipotesi il vostro giornale l’aprile scorso ci fece un bel pesce di aprile…ma siccome sia l’Abruzzo che le Marche sono regioni deficitarie di produzione di energia elettrica, gira e rigira, quando tutti rifiuteranno le centrali elettriche…giustamente dovranno sopportarsele le realtà territoriali che rappresentano il maggior deficit di energia.

Se poi ci mettiamo che ormai il nostro territorio conta quanto il 2 di coppe in termini di peso politico e amministrativo/governativo, la mia maliziosità e il vostro pesce d’aprile non sono poi così lontani da una futura realtà… »

cordialmente

Luciano Sgolastra

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 513 volte, 1 oggi)