SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Ventinove dicembre scorso, ore 16, poche centinaia di metri dal casello autostradale di Rimini nord. Un attimo tragico che ha rovinato la vita di una famiglia lombarda, e che ha gettato nello sconforto anche molti amici sambenedettesi.

Si chiamava Cristina Fumagalli, aveva 37 anni, viveva a Milano ma sin da ragazzina ha sempre trascorso l’estate a San Benedetto nella sua casa di via Abruzzi. Quel giorno drammatico, l’auto ha sbandato ed è andata fuori strada sulla destra finendo nella scarpata. Cristina nella carambola è stata sbalzata fuori ed è morta sul colpo. Il marito, un trentasettenne di Varese, e il loro figlio di undici mesi sono rimasti feriti e ricoverati all’ospedale di Cesena.

A San Benedetto Cristina era conosciuta e stimata da molti. Ecco cosa ci scrivono alcuni amici per ricordarne la memoria: «Veniva a San Benedetto ogni volta che poteva, era una mamma dolcissima, altruista, buona, ci mancherà molto. Il marito è stato dimesso mentre il bimbo coinvolto nell’incidente dovrebbe essere uscito dall’ospedale in questi giorni. Siamo in apprensione, vorremmo maggiori notizie ma non è facile chiamare continuamente un genitore che ha perso la sua unica figlia per avere notizie».

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 2.583 volte, 1 oggi)