GROTTAMMARE – Firmato dal sindaco Merli, il documento che sancisce le aperture straordinarie festive e domenicali degli esercizi commerciali di vendita al dettaglio per l’anno 2010 contiene anche le le istanze di rappresentanti di attività commerciali cittadine che avevano partecipato a una apposita riunione sul tema, organizzata dall’assessorato alle Attività produttive lo scorso 11 dicembre.

Il documento fissa anche al 6 gennaio l’avvio dei saldi di fine stagione.

Il programma prevede la possibilità di derogare all’obbligo di chiusura domenicale e festiva in 26 giorni. L’opzione è concessa  a tutti gli esercizi commerciali del territorio comunale. L’elenco completo è visibile tra le news dell’home page del sito www.comune.grottammare.ap.it.

Ulteriori 28 giornate di apertura straordinaria facoltativa sono concessi ai negozi del centro storico (paese alto e area compresa fra viale Ballestra, Statale 16, viale Sisto V, linea ferroviaria) e del lungomare.

Sono 6, invece, i giorni dell’anno non soggetti a deroga: Capodanno (1 gennaio), Pasqua (4 aprile), anniversario Liberazione (25 aprile), festa dei Lavoratori  (1 maggio), Natale e S. Stefano (25 e 26 dicembre).

La chiusura infrasettimanale, invece, non è più obbligatoria già dallo scorso anno: su questo, il documento precisa che i titolari che intendono avvalersene devono darne comunicazione su apposito modulo (scaricabile dal sito internet del Comune) da consegnare o spedire all’ufficio Protocollo ed esporre un cartello ben visibile alla cittadinanza.  La comunicazione al Comune ha valore fino a disdetta.

Per quanto riguarda il periodo estivo, definito dal 2 giugno al 19 settembre, è possibile derogare al limite delle 13 ore di apertura giornaliera con possibilità di protrarre l’orario fino alla mezzanotte. L’orario di apertura va indicato in maniera visibile a cura del titolare dell’impresa.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 704 volte, 1 oggi)