GROTTAMMARE – «Un anno ancora più difficile di questo che sta finendo. Un anno in cui  saremo chiamati a fronteggiare situazioni sempre più critiche. Mai abbassare la guardia e pensare che non si possa fare di più». Questi i temi che hanno caratterizzato il messaggio del sindaco Luigi Merli ai dipendenti comunali, riuniti nella mattinata del 23 dicembre nella sala consiliare per i tradizionali auguri di buone feste e di buon anno: «I cittadini in difficoltà quest’anno aumenteranno, sono in scadenza molte casse integrazioni e si andrà verso un periodo di mobilità che ridurrà notevolmente le risorse finanziarie delle famiglie. Noi rappresentiamo un ente di prossimità, pertanto, dobbiamo provare a sopperire, con il nostro impegno e soprattutto con la nostra solidarietà umana, ai loro bisogni con più completezza possibile cortesi e disponibili anche quando dall’altra parte troveremo l’esasperazione».

«Posso sicuramente dire  – ha proseguito il primo cittadino nel suo intervento – che la nostra qualità dei servizi è buona, in qualche caso anche eccellente. Va comunque ricordato che non bisogna mai accontentarsi e pensare che non si posa fare di più. In questi anni la città di Grottammare ha ottenuto molto: molte le opere realizzate, molti i servizi attivati o migliorati nella qualità. Dobbiamo quindi essere all’altezza di rispondere alle aspettative sempre più alte dei cittadini grottammaresi. Per quanto mi riguarda, anche se il mio è un mandato in scadenza, non vi consentirò di abbassare la vostra qualità perché penso che la cosa più importante sia lasciare in eredità una organizzazione che funziona e una città che vive».

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 724 volte, 1 oggi)