SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Il 21 dicembre presso il palazzo di giustizia di San Benedetto del Tronto si è conclusa l’ultima udienza per i due giovani fermati il 6 agosto dai Carabinieri di San Benedetto e Porto d’Ascoli nel merito dell’operazione “Riccio”. Processati con rito abbreviato il giudice ha condannato ad 8 anni di reclusione F.M., ritenuto responsabile dell’ingente quantitativo di eroina rinvenuto nel corso del Blitz. Per A.K. è stata applicata l’assoluzione.Udienza a porte chiuse per i due albanesi che dal 6 di agosto attendevano sentenza. Solo il 18 dicembre il professor Rino Froldi dell’università di Macerata aveva illustrato la portata di quella sostanza sequestrata nel blitz e a distanza si 3 giorni è arrivata la sentenza.

L’avvocato Maurizio Cacaci è riuscito a confermare la sua linea difensiva ed ha ottenuto l’assoluzione piena per A.K, ritenuto persona estranea ai fatti.

Per il possesso di 13 chili di eroina pura al 54%, il giudice Giuliana Filippello ha condannato il più giovane dei due ad 8 anni di reclusione.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.242 volte, 1 oggi)