CHESSARI 7 Non deve fare quasi nulla: anche per questo il voto di stima è meritato.
BIZZARRI 7 Inizia timoroso, con qualche appoggio sbagliato e il pubblico che un po’ lo fischia. Con il passare dei minuti acquista sicurezza e si propone come valida alternativa tra gli under.
ZAZZETTA 7 Ha un dinamismo invidiabile che gli permette di correre senza pause per l’intero arco della partita. Anche se a volte a scapito della precisione, ma non si può avere tutto.
D’ANIELLO 7 Forse una delle sue migliori gare per intensità e agonismo. Lotta su ogni pallone per sopperire al sacrificio di un centrocampista, necessario per trovare spazio a Giandomenico.
PULCINI 7,5 Quattro reti in campionato e oggi protagonista nei colpi di testa nell’area ospite: prima Spinaci si salva alla grande, mentre sul gol del vantaggio si è proiettato sul pallone con una grinta da spaccare tutto. Bravo.
MENGO 7 Prende troppi rischi quando deve disimpegnare, non siamo in Serie A e un calcione all palla farà pure storcere il naso a molti ma è sempre più concreto che rischiare di sbagliare clamorosamente. Per il resto, sull’uno contro uno è implacabile e si fa valere sui calci piazzati.
D’ANGELO 8 Non è stata nel complesso la sua miglior gara: un poco bloccato, era sopra la sufficienza ma non mostrava quel passo in più che ne ha fatto di recente l’uomo di maggior prestigio nella corazzata rossoblu. Poi nel finale realizza una rete strepitosa, un’altra delle sue, come a voler ricordare che è lui il bimbo d’oro di casa.
RULLI 7 Ha sette polmoni, è l’uomo giusto in questo modulo in cui i due centrocampisti devono correre per quattro. Non usa mai il fioretto, va sempre di sciabola e gli applausi sono tutti per lui.
MENICHINI 7 Oggettivamente in difficoltà, sembra non al meglio della condizione fisica e contemporaneamente teso per non riuscire ad esprimersi come lui stesso si aspetta. La pausa potrà consentirgli di recuperare la condizione perché ora più di prima la Samb ha bisogno di lui.
GIANDOMENICO 7 Nel primo tempo si dà un gran daffare ma non riesce a trovare la chiave giusta per aprire la difesa dell’Urbania. Nella ripresa sale di tono e con lui tutta la squadra, fino a quando colleziona l’assist per D’Angelo.
CACCIATORE 7 Ci sembra soffrire la posizione da attaccante esterno, tanto che nei primi 45 minuti pare del tutto assente dal gioco. Accelera nella ripresa, quando gioca molto largo e D’Aniello e Giandomenico lo pescano in continuazione. Però crediamo possa rendere di più se gioca vicino alla punta centrale, che oltretutto rischia così di essere troppo isolata. Dettagli? Può darsi…
GENTILI 7 Dà un contributo importante perché con il suo ingresso il gioco della Samb ha una ulteriore accelerazione, inoltre è bravo nell’azione del vantaggio ad esibirsi in una rapida rovesciata che colpisce la traversa prima dell’incornata di Pulcini.
OGLIARI 7 Entra per dare un aiuto alla difesa, e non demerita.
BIANCHI s.v.

PALLADINI 8 Ha centrato l’obiettivo richiesto dal presidente Spina già da ottobre, a seguito di una rimonta durata 14 partite e che sembrava non doversi concretizzare dopo la sconfitta di Pesaro. Anche se non è stata la Samb migliore specie durante i primi 45 minuti, ha attualmente un gruppo che, oltre che tecnicamente – e lo si sapeva – sembra superiore a tutte le altre squadre dal punto di vista atletico. Strepitoso un quarto d’ora della ripresa, culminato con la rete del vantaggio, in cui l’ex capolista Urbania si è ritrovata costretta a giocare sempre nella propria area di rigore. Il difficile arriva adesso? Non crediamo: solo se la Samb vorrà farsi del male da sola potrà accadere qualcosa contrario alla logica del calcio.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.563 volte, 1 oggi)