MARTINSICURO – Arrestato un senegalese clandestino di 27 anni: secondo i Carabinieri di Alba Adriatica è stato lui a sferrare il pugno che ha mandato all’ospedale l’albanese 49enne A.Z., durante una rissa scoppiata venerdì sera in un esercizio pubblico nel centro della cittadina truentina.

L’uomo colpito, residente a Martinsicuro con tutti i crismi della regolarità, ora si trova ricoverato nel reparto di neurochirurgia dell’ospedale Mazzini di Teramo in prognosi riservata. Non è in coma ma è tenuto in stretta osservazione per via di una contusione emorragica.
Il senegalese Ousseynou Diach è stato arrestato dai carabinieri del nucleo operativo radiomobile della compagnia di Alba Adriatica subito dopo l’aggressione. L’accusa nei suoi confronti è di rissa aggravata da futili motivi e lesioni personali. L’episodio di violenza è avvenuto venerdì sera e pare originato da una lite verbale. Sembra che dopo alcuni minuti dal primo screzio l’uomo poi aggredito sia tornato sul posto assieme al figlio. La discussione a quel punto si è infiammata di nuovo ma il senegalese, alto circa due metri, difendendosi ha avuto la meglio su di loro.
Anche il ragazzo albanese ha subito ferite ed è stato denunciato a piede libero. Il padre è stato condotto prima all’ospedale di Sant’Omero e poi a quello di Teramo.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.266 volte, 1 oggi)