SAN BENEDETTO DEL TRONTO – A San Benedetto negli ultimi anni la presenza di stranieri è sempre maggiore. Nel 2009 si contano più di tremila immigrati con nazionalità di prevalenza albanese. Il problema d’integrazione si è sempre più accentuato tanto che l’amministrazione comunale ha deciso, tramite una gara d’appalto, di affidare la gestione del sostegno linguistico nelle scuole alla cooperativa ”Il Mondo

«E’ fondamentale per una città vivibile e aperta, permettere l’inserimento degli stranieri, tramite la conoscenza della lingua» sostiene l’assessore Loredana Emili.

Il servizio della cooperativa è rivolto alle scuole, dove lo straniero impara l’italiano tramite un percorso di 2130 ore annuali: 1650 ore alle primarie e 480 alle superiori.

«In base al livello linguistico lo studente viene inserito in una certa classe e comincia il suo percorso che si svolge con l’affiancamento durante le lezioni di una figura professionale e con la creazione di laboratori linguistici per singoli o per piccoli gruppi» spiega la responsabile di San Benedetto de “Il Mondo”, Vanessa Spina.

Le figure professionali sono due: il facilitatore linguistico, solitamente un italiano laureato con specializzazione in didattica di insegnamento di L2 (seconda lingua); il mediatore linguistico-culturale, che è un madrelingua che vive da molto in Italia. «Gli operatori culturali di cui ci avvaliamo rappresentano le maggiori nazionalità presenti nel nostro territorio.» sottolinea Irene Neroni, responsabile della cooperativa , «il ragazzo straniero grazie a questo ponte tra la sua cultura d’origine e quella italiana, impara che ogni cittadino è portatore di diritti ma anche di doveri. Il nostro compito è di renderlo il più possibile autonomo e integrato, così da favorire una convivenza pacifica». La cooperativa si avvale del sostegno della Consulta per gli Immigrati che dal 2000, con l’arrivo in massa degli albanesi, opera nel campo dell’inserimento e dell’integrazione. Susanna Hysa, presidente della consulta, aggiunge: «Dietro la lingua c’è un’intera cultura. Ciò implica costanza e impegno nel lavoro che svolgiamo»

In occasione del Natale la cooperativa, insieme a Il Filo di Arianna e al Comune, ha organizzato per domenica 20 dicembre alle ore 18:00, la festa “Auguri Girotondo”, all’Auditorium comunale, alla quale parteciperanno bambini e adulti di tutte le nazionalità.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.350 volte, 1 oggi)