ANCONA – In arrivo ulteriori fondi alla Cultura per far crescere le Marche. Soddisfazione anche da parte dell’Assessore alla Cultura, Vittoriano Solazzi, riguardo il bando per le piccole e medie imprese del settore Cultura.

Si chiama infatti “Incentivi all’innovazione volti al miglioramento della competitività e dell’occupazione per le Pmi del settore cultura” ed è stato approvato con Decreto lo scorso 2 dicembre.

Possono partecipare al bando le imprese appartenenti a diverse categorie di codici Ateco 2007 che operano nel settore Cultura in senso ampio: dai soggetti della creatività e della produzione culturale a quelli che operano a supporto della conservazione e della valorizzazione della cultura del passato e del patrimonio culturale.

Infatti l’Asse Prioritario 1 del Programma Operativo Regionale che comprende gli anni dal 2007 al 2013, cofinanziato dal Fondo Europeo di Sviluppo Regionale, ha per titolo “Innovazione ed Economia della Conoscenza”.

Il suo scopo è quello di sostenere la capacità delle imprese di fare ricerca ed aumentare la visibilità delle competenze scientifiche disponibili nell’area anche al fine di facilitare il trasferimento tecnologico.

Il bando intende sostenere un modello di sviluppo territoriale per mezzo di forme più appropriate di gestione, sia in termini di “innovazione” di prodotto che di processo.

Gli interventi ammissibili consistono, in generale, nell’acquisizione di servizi avanzati da parte delle Pmi singole o in reti o gruppi di imprese, per implementare prodotti e servizi e processi organizzativi con contenuto innovativo e di impatto sulle stesse Pmi, sui settori di appartenenza e sul Distretto Culturale delle Marche.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 548 volte, 1 oggi)