ROMA – Nuove risorse statali in arrivo contro la crisi del Piceno. Dalla discussione della Finanziaria in corso al Parlamento sembrano arrivare buone nuove, secondo il deputato ascolano dell’Udc Amedeo Ciccanti.

«Il decreto mille proroghe che il Governo si accinge ad approvare correggerà il comma 39 del testo della Finanziaria uscito dal Senato, che escludeva solo il Bacino del Tronto dai territori della ex Cassa per il Mezzogiorno». Ciccanti, che è vicecapogruppo Udc alla Camera dei Deputati, sostiene poi che «il Governo ha riconosciuto l’errore dell’esclusione a seguito di un ordine del giorno presentato da me, Vannucci e Agostini, questi ultimi del Pd, che sottolineava l’incongruenza di una elencazione di territori dal quale mancava il Bacino del Tronto rispetto al richiamo dell’articolo 3 della legge 646/1950 che invece lo ricomprendeva».

Grazie alla nuova formulazione, anche l’area ascolana dovrebbe beneficiare di finanziamenti sul trasferimento di progetti da parte del Cnr e dell’Enea, e relativi ai settori agroalimentare, farmaceutico e dell’innovazione tecnologica.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 684 volte, 1 oggi)