ASCOLI PICENO – Si è conclusa domenica scorsa a Bruxelles l’annuale assemblea del Gippe (Giovani Italiani del Partito Popolare Europeo) che ha visto come unici due rappresentati marchigiani Giuseppe Barboni (coordinatore provinciale Giovane Italia di Ascoli) e Gualberto Vitali Rosati (consigliere Comunale di Porto San Giorgio).

Una tre giorni organizzata e pagata interamente dal Parlamento Europeo per il Gippe, ossia la piattaforma che raggruppa i giovani italiani che si ispirano ai valori del Ppe. Dall’analisi di diverse tematiche affrontate durante l’evento, tra cui l’economia sociale di mercato, l’immigrazione, le energie rinnovabili e i cambiamenti climatici, si sono sviluppati degli elaborati dalle commissioni di lavoro e le idee più brillanti sono state poste all’attenzione della Commissione Europea (il massimo organo di governo dell’UE).

A coronare la tre giorni, oltre alla presenza di diversi europarlamentari, vi sono state anche quelle del vice commissario europeo Tajani e del presidente del Consiglio Berlusconi (naturalmente prima dell’incidente di domenica a Milano) che non ha nascosto al giovane coordinatore Barboni l’intenzione (impegni istituzionali permettendo) di voler tornare nelle Marche, ricordando la calorosa accoglienza ricevuta due anni fa ad Ancona.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.605 volte, 1 oggi)