PORTO SAN GIORGIO – «Il migliore in campo? Certamente Frates!». Questo è il pensiero del Gm della Sutor Montegranaro Gianmaria Vacirca dopo la vittoria della sua squadra sul temibile Angelico Biella. E spiega: «Ha gestito ottimamente la squadra. Questa squadra la cui costruzione è stata difficile, con ben 7 contratti in essere, alla fine dello scorso anno sportivo, alcuni dei quali non confermati -a malincuore!- come, ad esempio, quello con Garris».

Nonostante i problemi iniziali, la Sigma Coatings ha compiuto notevoli progressi tanto da far ammettere all’allenatore dell’Angelico Biella, Luca Bechi: «Sapevamo di venire qui, oggi, in un momento di grazia della squadra di casa. E’ indubbia la forza fisica che quest’oggi la Sutor ha impiegato nell’area. La gara è stata combattuta: abbiamo usato tutte le energie, ma non è andata».

Si dice soddisfatto dei suoi ragazzi coach Fabrizio Frates: «Siamo contenti della classifica, della partecipazione del gruppo, della disponibilità dei giocatori. Abbiamo vinto con una squadra di fascia altissima, con un alto minutaggio degli Italiani in campo. Abbiamo disputato un bel secondo tempo dal punto di vista difensivo. Le loro statistiche sono buone, ma noi abbiamo lavorato bene a difesa. Abbiamo avuto 5 uomini in doppia cifra e ciò fa capire che non dipendiamo da un giocatore solo. Bisogna considerare, infine, che abbiamo vinto 4 delle ultime 5 partite. E quelli di oggi sono 2 punti importanti nella rincorsa alla salvezza».

La sfida della stagione, dunque, per la Sutor Montegranaro è rappresentata dalla volontà di restare in Serie A e dal progetto incentrato sui giocatori italiani. «Ci sono tante scommesse su questa squadra. Una squadra così che vince contro una formazione di altissimo livello come quella di Biella dà soddisfazioni e gioia: una gioia più bella», chiosa il Gm Vacirca.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 834 volte, 1 oggi)