Per leggere tutti gli articoli e i commenti sull’argomento ed avere una visione completa del tema, clicca qui
SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Sabbia nera, sabbia scura, sabbia millenaria, sabbia sottomarina. Se tutte le strade portano a Roma, allora tutte le risposte (non date) portano all’assessore Gianluca Carrabs. Oggi, infatti, abbiamo ripubblicato un articolo dell’11 dicembre 2008 in merito ad un convegno sul ripascimento del litorale grottammarese, a seguito del fatto che alcuni nostri lettori lamentavano di non essere mai stati informati che per la spiaggia a sud del Tesino si utilizzassero le oramai discussissime sabbie scure di stanza dal 2007 a Marina Palmense. Dal nostro archivio non emerge mai che qualcuno abbia apertamente mostrato questa opzione durante il convegno, ma la necessità di sintesi potrebbe averci fatto sorvolare su questa vicenda. Per saperne di più, il Comune di Grottammare ci ha detto di chiedere in Regione, ed ora i nostri quesiti sono sulla scrivania (meglio, sulla posta elettronica) del segretario dell’assessore ai Lavori Pubblici Gianluca Carrabs.

Ma è anche il presidente della Regione Marche, Gian Mario Spacca, che ci dice di rivolgersi a Carrabs. In merito alla nostra richiesta sempre sul tema delle sabbie scure nel sud delle Marche, Spacca ci ha scritto: «Essendo ad oggi in corso un procedimento giudiziario, che coinvolge anche la Regione, personalmente non ritengo opportuno un commento su questo tema; confido nel lavoro della Magistratura, di cui ho piena fiducia. Potete contattare i servizi o l’assessorato di riferimento, che per gli aspetti tecnici potrebbero fornire risposte ai vostri quesiti».

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 792 volte, 1 oggi)