MARTINSICURO – TAGLIACOZZO     1 – 0     ( 0 -0 )

 

MARTINSICURO: Carfagna 7, Vallese 6.5, Pinti 6, Scarpantoni 6, Sabini 6.5, Paci 6, Minollini 5.5 (9′ st Picciola 6.5), Del Grosso 6, Ventresini 6, Massetti  5.5 (9’st Cipolloni 6), Capretta 6 (37’st Vignoni sv). A disp. Damiani, Coccia, Florà, Capanna. All. Fanì

TAGLIACOZZO: Pappalardo 6, Bisegna 5.5 (37’st Montelisciani sv), Majlla 6, Caroso 6 (23st Tocci 5.5), Ranfone 6, Idrofano M.6, Di Giammarino 6, Proia 6.5, Idrofano S. 5.5, Letta 6, Maiolini 5.5. A disp. Scafati, Ronci, Di Biase, Montelisciani, Sherò. All. Giannini.

Arbitro Metrangolo di Pescara  6 (D’Angelo e Miccoli)

Rete: 17’st Picciola

Note: Ammoniti Scarpantoni e Del Grosso (M), Idrofano S. (T), Angoli 7 – 2 per il Martinsicuro, spettatori 200 circa.

 

MARTINSICURO – Vince il Martinsicuro senza entusiasmare nel gioco, ma mettendo cuore e agonismo. Alla fine un buon Tagliacozzo deve lasciare i tre punti ai padroni di casa. La colpa degli ospiti è quella di essere entrati in partita dopo il gol subito. Fanì deve fare a meno di Nepa, appiedato per due turni dal giudice sportivo, e Capretti in luna di miele. Schiera il classico 4/2/3/1 con Massetti al centro e Minollini e Capretta esterni ai fianchi di Ventresini.

Giannini deve rinunciare allo squalificato Tancredi e presenta un 4/4/2 con Maiolini pronto a dare manforte al centrocampo. La gara stenta a decollare, con i locali che hanno una sterile supremazia. La prima azione degna di cronaca si ha al 17′ quando Minollini dalla destra lascia partire un cross che attraversa tutta l’area e Capretta non arriva all’appuntamento per un soffio. Al 22′ è Vallese a crossare sempre dalla destra  con la conclusione di Massetti che si perde alta. Allo scadere fendente in diagonale di Ventresini che si perde a fil di palo.

Nonostante le azioni pericolose siano tutte biancoazzurre gli ospiti reggono bene. La ripresa si apre con una punizione dai 25 metri di Letta sopra la traversa. Al 9′ della ripresa Fanì effettua due cambi. Inserisce la terza punta Picciola e Cipolloni al centro del campo al posto di Massetti. Passano pochi minuti ed i locali vanno in rete. Incursione sulla sinistra di Capretta che dal fondo crossa a filo d’erba. A centro area Picciola anticipa il suo marcatore e deposita in rete il gol del sospirato vantaggio. A questo punto gli ospiti avanzano il baricentro ed entrano in partita. Al 20′ hanno la palla del possibile pareggio ma uno strepitoso Carfagna salva il risultato. Punizione dal limite di Proia, Carfagna si distende e devia la sfera, sulla quale si proietta un giocatore del Tagliacozzo che ribadisce a rete. Guizzo felino dell’estremo del Martinsicuro che riesce a deviare la sfera.

Gli adriatici soffrono le sfuriate dei marsicani ma non corrono più gravi pericoli. Anzi, alla mezz’ora è Ventresini che dai 25 metri chiama Pappalardo alla deviazione in angolo. 

Domenica prima di ritorno, con i biancoazzurri  impegnati ancora in casa con il Casoli di Atri. Bisogna  vendicare la sconfitta della partita di andata subita su rigore. L’Hatria capolista è ancora a due punti  avendo vinto l’incontro casalingo con il Pratola Peligna.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 683 volte, 1 oggi)