SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Furto di una audacia e perizia estrema quello avvenuto ai danni della concessionaria automobilistica “Cascioli” in via della Liberazione, dirimpetto alla rotatoria di Ragnola.

Almeno 8 le auto danneggiate. Di queste sei BMW delle quali tre Serie Touring, due Serie Uno, 2 Mercedes e un’Audi. Dalle BMW sono stati asportati i motori mentre dalle altre si sono limitati ad asportare fanali, cerchi e, come nel caso di una delle Mercedes, le quattro gomme avendo cura di poggiare la macchina su delle pietre.

Il colpo si è svolto durante il recente ponte festivo dell’Immacolata. Difficile stabilire l’orario esatto in cui la banda ha agito introducendosi al parcheggio superiore entrando dalla campagna nella parte ovest dove hanno sradicato un pilone di sostegno della rete visto che tutti i sistemi d’allarme erano inseriti e  l’unica via d’accesso rimasta era quella.

Quindi sarebbero fuggiti verso la campagna in un altro posto, direzione sud, scavalcando una rete di circa due metri vicino alla quale sono stati trovati dei bulloni. Una volta sfondati i vetri delle porte anteriori e del parabrezza hanno potuto così aprire i cofani e avere accesso ai motori.

Hanno scelto con cura i pezzi da asportare tanto da far pensare che il colpo sia avvenuto addirittura in pieno giorno perché sarebbe stato difficile agire di notte visto che il buio avrebbe reso più complicato il lavoro.

«Stiamo ancora facendo la perizia del danno subito – rileva il direttore Antonio Ricci – per cui è difficile al momento quantificare con esattezza l’ammontare del danno». Intanto i Carabinieri stanno eseguendo i rilievi e la pista più accredita al momento è quello di un probabile furto su commissione con riciclaggio nel giro delle auto rubate di lusso visto che non si sono curati delle numerose Mini Minor parcheggiate nello stesso posto.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.882 volte, 1 oggi)