MONTEPRANDONE – A Monteprandone sono le donne a portare avanti l’artigianato. Ne è convinta Ermetina Mira, presidente dell’associazione I Sapori del Piceno, che in collaborazione con la Cna ha organizzato, dopo il successo riscosso l’estate scorsa, una mostra tutta al femminile. Lo splendido ex Museo dei Codici ospita infatti dall’8 al 26 dicembre i prodotti artigianali d’arredamento e il corredo da sposa, tutti lavori rigorosamente fatti a mano, nei quali la tradizione s’incontra con l’innovazione. Parte dei prodotti esposti sono in vendita e potranno essere acquistati dai visitatori.
Si possono così ammirare, avvolti in un’atmosfera natalizia, i merletti di Assunta Circolo e di Lucia Fulgenzi, i ricami di Agnese Ceroni, le decorazioni a mano su mobili d’arredo di Cecilia Cava (titolare del laboratorio “La Foglia d’Acanto”), e decorazioni a mano di Aristea Neve (titolare del laboratorio “Neve Ceramiche Artistiche e Terrecotte”). Tutti lavori d’alta qualità, frutto di saperi tramandati di generazione in generazione e preziosamente custoditi dalle mani di queste donne, che portano avanti tradizioni ed antichi mestieri rinnovandoli con la loro maestria e creatività.

«Valorizzare la donna nell’arte serve ad arricchire la cultura» ha detto la presidente provinciale Cna Artistico Barbara Tomassini, per la quale è importante mantenere viva la tradizione artigianale, la cui esistenza è messa a dura prova dall’arrivo delle macchine e della lavorazione artificiale.

Inoltre, l’artigianato locale rappresenta una notevole risorsa per il turismo locale, come ha sottolineato Gino Sabatini, presidente provinciale CNA: «Ci interessa valorizzare il mondo artistico, poiché è un valore aggiunto per il marketing territoriale e la promozione turistica dell’ascolano». Dello stesso avviso è il consigliere comunale Stefano Barbizzi: «Abbinando le vacanze ai corsi di ‘Art for Job’, dove queste donne insegnano, si offre ai turisti la possibilità di scoprire le arti locali e di avvicinarsi ad esse».
L’inaugurazione della mostra è stata accompagnata con la degustazione di prodotti locali, con i liquori offerti dalla dottoressa Simonetta Varnelli. L’esposizione continuerà fino al 26 dicembre, e sarà aperta al pubblico tutti i giorni, escluso a Natale, dalle 16 alle 18,30.

Altre iniziative in programma per l’associazione “I Sapori del Piceno” sono le “Cene con le birre trappiste” (costo 30 euro e prenotazione obbligatoria): il 10 dicembre alla trattoria Ophis di Offida (0736-889920), l’11 dicembre all’osteria 1887 (n. 0735-62608). Domenica 13 dicembre alle 17,30 è prevista, inoltre, la proiezione del film francese “Thérèse”, con la presentazione a cura dell’associazione Blow-up.

 

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 698 volte, 1 oggi)