CASTELNUOVO – MARTINSICURO   1 – 0  

CASTELNUOVO: Di Clemente 6, Tomassetti 5.5(41’st Di Michele sv), Porrini 6.5, Rocci 6, Del Papa 6.5, Barlafante 6, Misantone 6.5, Azzari 6, Rampa 6.5, Berardinelli 6, Varani 5.5 (20’st Michini 5.5). A disp, Valeriani, Spinosi, Petrini, Narcisi, De Juliis. All. Alessandroni.

MARTINSICURO: Carfagna 6, Vallese 6 (30′ Vignoni 5.5), Piunti 5.5, Scarpantoni 6.5, Sabini 6, Paci 6 (35’st Massetti 6), Cipolloni 5.5, Del Grosso 5.5 (12’st Minollini 5.5), Ventresini 5.5, Nepa 5.5, Capretta 5.5. A disp. Damiani, Coccia, Carbone, Picciola. All. Fanì

Arbitro: Volpe di Chieti 5.5 (D’Innocente e Pacilli)

Rete:  44′ Del Papa

Note: Espulso al 21’st Nepa (M) per proteste. Ammoniti: Rocci, Del Papa e Di Michele (C), Ventresini e Nepa (M). Angoli 6 – 4 per il Martinsicuro. Al 30′ Vallese (M) si è procurato un taglio sulla fronte suturato con sette punti presso l’ospedale di Teramo.

CASTELNUOVO – Il Martinsicuro perde gara e primato al termine di una gara abulica e priva di gioco. La squadra di Alessandroni ha meritato la vittoria sia sul piano fisico che di concentrazione, al di là del fortunoso gol di Del Papa, realizzato su tiro sbagliato di Azzari trasformato in un assist. Il Martinsicuro è stato la brutta copia della spumeggiante squadra vista al comunale due giorni fa. Irriconoscibile il molti dei suoi giocatori, contro un Castelnuovo che arrivava sempre prima sui palloni e lottava allo stremo in ogni azione.

Alessandroni ha schierato il solito schema con il veloce Rampa al centro dell’attacco, recuperando due squalificati. Fanì ha dovuto fare a meno del centrale difensivo Capretti, fermato dal giudice e convolato a nozze, schierando Paci al fianco di Sabini. Ha cambiato anche il modulo, schierando un 4/3/3 con Cipolloni dal primo minuto a destra nel centrocampo, e Nepa e Capretta esterni larghi. Dopo 28 minuti un sussulto si è avuto da uno scontro aereo tra Paci e Vallese compagni di squadra. Per Vallese un largo taglio sulla fronte: accompagnato in ambulanza al pronto soccorso di Teramo, il taglio è stato suturato con sette punti.

Alla prima azione pericolosa dell’incontro i locali vanno in vantaggio. Al 44′ calcio d’angolo per il Castelnuovo, con le torri difensive che salgono. La palla scodellata al centro viene rinviata dai difensori biancoazzurri. Ai 25 metri la sfera è raccolta da Azzari, che tenta la botta dalla distanza. Il tiro si trasforma in assist per Del Papa che il diagonale non lascia scampo a Carfagna. Inutili le proteste degli ospiti per una presunta posizione di Del Papa con il guardialinee che non ha esitazioni correndo verso il centro del campo.

Nella ripresa si aspetta invano la reazione della capolista. E’ invece al secondo minuto della ripresa Misantone che si invola sulla fascia destra, con Carfagna che rimedia. Passano due minuti ed è Rampa che in contropiede ha una buona occasione ma la palla termina fuori.

La partita sembra svegliarsi e dopo un minuto è Del Grosso ad avere la palla buona dopo una mischia in area, ma la conclusione non crea problemi a Di Clemente. Al 18′ è Capretta a provare il tiro che sorvola la traversa. Mentre il Martinsicuro prova la reazione arriva la doccia fredda dell’espulsione di Nepa per proteste. Rosso diretto dell’arbitro Volpe. Il Martinsicuro prova a spingere ed è costretto a lasciare ampie praterie per il contropiede dei locali. Su uno di questi Rampa si presenta solo in area  ma non riesce a mettere la sfera nel sacco. Gli ospiti si riversano nella metà campo dei locali ma non riescono mai ad essere pericolosi, con il Castelnuovo che alza le braccia al cielo al fischio finale di Volpe.

Un duro colpo per l’undici di Fanì che dal primo scivola al terzo posto in una classifica affollata nelle prime posizioni. Quello che più preoccupa la differenza delle prestazioni in casa con quelle in trasferta, dove è uscito solo una volta vittorioso sul campo del Canzano. Troppo poco per poter sperare di vincere il campionato.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 537 volte, 1 oggi)