MONTEPRANDONE – Piano casa approvato all’unanimità a Monteprandone. Tutti i consiglieri di maggioranza e opposizione infatti hanno votato, nel consiglio comunale del 30 novmebre, a favore del piano e delle relative proposte dell’Assessore all’Urbanistica Adriano Bordoni.

Limiti che vanno a salvaguardare zone geologicamente pericolose, zone verdi e crinali e che scoraggiano le iniziative che potevano rendere visibilmente antiestetici alcuni palazzi condominiali.

Uno dei punti più discussi, oggetto nei giorni precedenti di critiche della minoranza, sono state le zone di completamento dove viene il bonus del 20% o 35% a chi ha un indice superiore al 2,75 m2/m3.

Spiega a proposito Baldoni: «È grande la soddisfazione aver convinto la minoranza che il limite non era stato inserito per boicottare la legge ma per salvaguardare zone ad alta edificazione, già sature, dove mancano parcheggi, zone verdi e viabilità».

«Ho un rammarico – continua Bordoni – per il voto contrario sulla lottizzazione “Neroni” che a mio avviso è la migliore in assoluto mai approvata nel Comune di Monteprandone poiché vi sono standard di verde e parcheggi superiori a quanto richiesto dalla legge che vanno a risolvere anche i problemi cronici di zone limitrofe carenti di spazi comuni».

Conclude l’assessore: «È comunque intenzione dell’Amministrazione proseguire su questa strada anche in altre zone visto i consensi che gli abitanti dei dintorni della Regina Pacis e di via Pascoli ci hanno dato. Un ringraziamento va al responsabile dell’ufficio Urbanistica Giuseppe Morelli per la sua disponibilità, dimostrata anche in Consiglio Comunale, a fornire chiarimenti e delucidazioni tecniche sull’applicabilità dei singoli casi della legge Regionale 22/2009».

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 770 volte, 1 oggi)