CENTOBUCHI-MORRO D’ORO 2-1 

CENTOBUCHI:Franchi, Mozzoni (89) (83′ Balestra 90), Di Venanzio, Marco Ianni, D’Addazio, Adorante, Cesani (88) (88′ D.Ferrara 90), Frinconi (90), Filiaggi (91), Bifini, Pirelli (90). A disposizione: Cinquegrana (90), Stangoni (91), Pesce (91), Angelini (92), Cardinali. allenatore: Attilio Piccioni
MORRO D’ORO: Testa (90), Palanza (91), Ianniciello (88), Malagnino, S. Capparuccia, Bianchini, Cortese (53′ Xhepa poi al 79′ Stella 91), Bisegna (89), Dama,  Cichella, Costantino (90) (70′ Di Bonaventura 90). A disposizione: Carosa (90), Torre (88), Hoxhaj (89), Leoni (88). Allenatore: Tommaso Volpi.
Arbitro: Signor Baldicchi di Città di Castello (Perugia).
Reti: 17′ Dama (M), 44′ Bifini (C), 81′ Pirelli (C).
Ammoniti: D’Addazio (C), Bisegna (M), Dama (M), Filiaggi (C), Stella (M).
Angoli: 5-3.
Recuperi: 3’+ 5′.
Spettatori: 300 circa di cui circa 50 quelli provenienti da Morro d’oro (Teramo).

MONTEPRANDONE – Un Centobuchi senza gli squalificati Calvaresi e Polenta torna a vincere anche tra le mura amiche dopo tre sconfitte consecutive con L’Aquila, Renato Curi Angolana ed Atessa Val Di Sangro, ottenendo la quinta vittoria in campionato e sfatando il tabù Morro d’oro che nelle ultime due stagioni aveva espugnato il Comunale (ora Nicolai) per 0-1.
Questa vittoria arriva nella settimana che aveva portato la società biancoceleste alla separazione con il Diesse Cicchi per divergenze sui programmi societari.
Buon esordio nelle file monteprandonesi per il nuovo acquisto, il centrocampista classe 84 Riccardo Adorante proveniente dal San Nicolò Teatino. Il suo arrivo è stato reso necessario anche per sostituire in rosa la partenza di Gionni Galiffa che si è svincolato consensualmente dalla società di Marocchi.
La gara è stata disputata su un terreno incolto e fangoso dove era difficile il controllo di palla e la verticalizzazione sulle fascie.
La cronaca: al 3′ conclusione di Ianniciello respinta da Franchi.
Al 10′ conclusione dalla distanza di Di Venanzio respinto da Testa.
Al 14′ cross dalla sinistra di Ianniciello smanacciato da Franchi.
Al 17′ il contestato vantaggio ospite: Marco Ianni finiva a terra a centrocampo colpito da una presunta gomitata, l’azione non veniva interrotta e Dama dal limite dell’area sorprendeva Franchi appena fuori dai pali, con un preciso pallonetto che si infilava in rete scatenando le proteste di tutto il Centobuchi tra cui Bifini e Di Venanzio che correvano verso la panchina ospite chiedendo al tecnico Volpi di restituire il gol in segno di sportività, insomma un’azione simile a quella avvenuta in Ascoli-Reggina di sabato ma in questo caso mancava il gesto di fair play alla Pillon e il Morro d’oro non se la sentiva di bissare il bel gesto ascolano.
Al 24′ Bifini da pochi passi, conclusione rimpallata dai piedi di Testa.
Al 27′ Cesani lanciato sulla destra è solo dinanzi all’estremo ospite Testa, conclude trovando la respinta di quest’ultimo.
Al 32′ conclusione del solito Cesani (quando è in condizione è davvero incontenibile sulla sua fascia di competenza, una spina nel fianco per le difese avversarie)
Al 38′  tiro cross dalla destra  di Dama deviato in corner dall’attento Franchi.
Al 44′ arrivava il meritato pareggio dei locali quando Bifini (alla sua prima rete stagionale) trovava l’inzuccata vincente centrando l’angolino sinistro, su cross dalla destra di Cesani.
Nella ripresa al 50′ Filiaggi steso in area reclamava il rigore ma veniva ammonito dal direttore di gara.
Al 58′ cross dalla destra di Cesani spizzato dalla difesa abruzzese attraversava l’area senza trovare nessuna deviazione biancoceleste.
Al 63′ in contropiede sul filo del fuorigioco andava via Costantino che giunto a tu per tu con Franchi si faceva deviare la sua conclusione dall’estremo biancoceleste con palla che si innalzava e terminava sopra la traversa, dando l’illusione ottica del gol nella ricaduta della sfera.
Al 67′ Bifini protestava su una sua conclusione intercettata in area con le mani da un difensore biancorosso ma anche in questo caso l’arbitro lasciava correre.
Al 70′ altro rigore reclamato dai locali per atterramento in area su Pirelli ma il signor Baldicchi lasciava ancora proseguire il gioco.
Al 74′ ci provava D’Addazio la cui conclusione da fuori era respinta in due tempi da Testa.
Al 79′ conclusione di Bifini che sfuggiva in corner a Testa.
All’81’ il gol partita dei biancocelesti: su cross dalla sinistra di Di Venanzio, Pirelli (terza rete stagionale) anticipava i difensori biancorossi depositando la sfera in rete con un tapin di piatto da vero rapinatore d’area.

All’83’ il terzino Mozzoni (oggi impiegato a destra) vittima di crampi lasciava il posto a Balestra. All’88’ era la volta di Cesani che colpito duro dal nuovo entrato Stella veniva sotituito da Daniele Ferrara.
Ora il Centobuchi con questi 3 importanti punti fa un bel balzo agganciando all’undicesimo posto il Nuovo Campobasso (sconfitto in casa dalla sempre più sorprendente Civitanovese), scavalcando la Renato Curi Angolana sconfitta di misura a Sant’Egidio e portandosi a +3 dalla zona play out mentre il Morro d’oro scende al 15° posto in graduatoria a -4 dalla zona salvezza.

Domenica prossima il Centobuchi sarà ospite del Chieti, oggi sconfitto a sorpresa dal Miglianico mentre i biancorossi ospiteranno il Luco Canistro che ha impattato a reti bianche in casa con la capolista Atessa Val Di Sangro.

Risultati della 14°Giornata campionato di Serie D Girone F :

Atletico Trivento -Elpidiense Cascinare 3-0; Casoli – Olympia Agnonese 4-2; Centobuchi -Morro d’oro 2-1 ; L’Aquila -Recanatese 0-0 ; Luco Canistro -Atessa Val Di Sangro 0-0; Miglianico -Chieti  1-0;   Nuovo Campobasso -Civitanovese 0-1;  Real Montecchio -Bojano 0-0;  Santegidiese-Renato Curi Angolana 1-0.

LA CLASSIFICA: Atessa Val Di Sangro 32, L’Aquila 30, Atletico Trivento * 28, Santegidiese 27, Chieti, Civitanovese e  Olympia Agnonese 24,  Casoli e Recanatese * 21, Nuovo Campobasso #  e Centobuchi # 17 , Renato Curi Angolana 16,  Bojano ** 14, Miglianico 13,  Morro d’oro 12,  Luco Canistro 11, Elpidiense Cascinare 9  , Real Montecchio 5.

**= 2 punti di penalizzazione

*= 1 punto di penalizzazione.

#= si attendono ancora responsi dal giudice sportivo in merito a gara non omologata

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 811 volte, 1 oggi)