GROTTAMMARE – Le pagelle di Grottammare-Samb

CHESSARI 6 L’attacco del Grottammare non è propriamente atomico, i maggiori impegni per lui vengono dai retropassaggi dei difensori da respingere con i piedi

OGLIARI 4 Dispiace, ma la sua espulsione non ammette repliche. Si fa anticipare da De Angelis alle spalle, e poi il fallo che compie è macroscopico. “Colpevole” di concorso esterno nella neutralizzazione di una Samb che lascia per strada due punti

NICOLOSI 6 Il giovane terzino sinistro si muove con la consueta personalità. Gioca di conserva, in una difesa che per il 90% della partita deve giocare senza il terzino destro di ruolo

D’ANIELLO 6 La grinta non gli manca, ma complice anche una condizione fisica non ottimale (torcicollo) non incarna quello che deve incarnare per questa squadra: un condottiero tutto cuore e lucidità

PULCINI 6,5 Su Ludovisi e Bollettini è ineccepibile. Non si tira mai indietro, gioca pulito e ha la rabbia del gladiatore. Ma quando ricomincia a segnare? In certe giornate come questa servirebbe eccome…

MENGO 6,5 Da applausi negli interventi, per precisione, calma e tecnica

D’ANGELO 6,5 Il “puffo” c’è, eccome. Grande tecnica, un paio di assist al bacio. Fantasista e laterale combattivo, lì davanti è il più incisivo.

RULLI 6 Rischia di segnare con un bel tiro alla fine. Potente ed esperto, però Oresti ha più inventiva. E oggi alla Samb mancava proprio la capacità di sorprendere

BASILICO 5 Non va, per lui oggi nulla di che, con un’occasione mancata su assist di D’Angelo. Lascia il posto a Bianchi dopo l’espulsione di Ogliari, chissà magari avrebbe potuto districarsi in qualche rapina calcistica nella banca difensiva del Grottammare

CACCIATORE 5,5 Non sfonda. Bello da vedere, gli manca qualcosa all’atto finale. Non prende bene la sostituzione, ma questo gruppo Samb sa giustificarlo e accettarlo

ZAZZETTA 6,5 Si sacrificato come un leone, tornando all’antico ruolo di terzino. Che peccato, lì davanti la sua fantasia sarebbe servita. Lo Zambrotta rossoblu
BIANCHI 6 Non ha più lo smalto di inizio stagione, complice la buona dose di panchina che si è sorbito ultimamente. La scelta di Palladini di metterlo al posto di Basilico per ridisegnare la squadra lì davanti aveva il suo perchè. Ma se gli attori non sono in giornata il regista ottiene uno spettacolo moscio
MENICHINI 5,5 Fisicamente non è in condizione. Distratto su un paio di fuorigioco

PALLADINI 6,5  Direttore d’orchestra di una Samb sbalestrata dall’inferiorità numerica. Abbiamo condiviso le sue scelte tattiche, peraltro obbligate.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.246 volte, 1 oggi)