SAN BENEDETTO DEL TRONTO-  Tino è in piena forma. Né un graffio nè un’incrinatura. Se ne sta sul suo piedistallo ben saldo lanciato verso un passo di danza teso a duettare con la sua compagna. Al contrario la sua partner Vale non se la passa proprio bene.

Anzi, se fosse umana, a quest’ora si troverebbe in una sala di rianimazione con prognosi riservata. Ha diverse fratture al braccio, all’anca, al bacino, la gonna stile anni ’70 è lacerata. Eppure sta aggrappata con disperazione al suo Tino tentando di sopravvivere.

Vale e Tino” (in realtà il vero nome dell’opera è “Vale ‘n’ Tino”) è un monumento costato a suo tempo 35 mila euro di fondi comunali, fatto di plexiglas e ferro che rappresenta una coppia in  tenero abbandono. Opera di Marco Lodola, si trova in piazza Cesare Battisti, all’altro capo di via XX Settembre, e fu un modo per la città di festeggiare San Valentino il 14 febbraio 2008. Vuole essere un inno all’amore che si rinnova. Lei in camicetta blu e gonna rossa, lui in pantaloni blu e maglietta rossa. I colori della città.

Non si può fare a meno di notarlo. Non piace a tutti, anzi qualcuno lo ha definito un pugno nell’occhio per chi, camminando, risale gli appartamenti centenari e i negozi elegantemente arredati della storica via XX Settembre, ex via dei Pescivendoli. Chi vuole essere un po’ cattivo dice che il monumento potrebbe essere scambiato per una sorta di insegna pubblicitaria al neon. Ma ora è lì e fa parte della città.

Una o più mani vandaliche si sono accanite contro la figura femminile, spaccandola in più punti. La vendetta di qualche “innamorato deluso”? No, piuttosto e più semplicemente il raptus demenziale di chi è avvezzo ad atti di vandalismo come se ne verificano spesso in giro per la città, ultimo il ramoscello spezzato del monumento che si trova all’altro capo del corso in Viale Secondo Moretti, poi saldato di nuovo.

A quando un intervento riparatore per quello di piazza Cesare Battisti? Se non per le feste di Natale almeno per il giorno di San Vale-n-Tino.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.618 volte, 1 oggi)