SAN BENEDETTO DEL TRONTO – La poltrona di Gaspari è sempre più bollente, ma dalla Confocommercio e da Confesercenti arriva un richiamo all’ordine alla maggioranza. Le due associazioni – che esprimono la maggioranza delle imprese del commercio della Riviera delle Palme – non negano infatti una grande preoccupazione per gli esiti negativi che la crisi dell’amministrazione comunale potrebbe trasferire sui cittadini sambenedettesi.

«In un periodo di grave situazione economica e sociale, non è il caso di sommare un problema ad altri problemi», ammonisce il presidente Confcommercio, Fausto Calabresi.

«Il nostro – continua – non vuole essere un generico appello, bensì un forte richiamo a tutti al senso di responsabilità e agli impegni assunti con la cittadinanza e alle centinaia di imprenditori del turismo e del commercio che tanto contribuiscono alla ricchezza della città».

L’obiettivo si sposta in seguito sui lavori da mettere in pratica prima dell’estate 2010 e la speranza è che venga rapidamente ratificato, con l’accoglimento delle osservazioni poste, il nuovo Piano di Spiaggia: «C’è bisogno di migliorare l’efficacia delle scogliere, serve il ripascimento della spiaggia, l’approvazione del “piano alberghi”. Inoltre abbiamo bisogno di riprendere la discussione ed il confronto per l’approvazione di un regolamento per l’occupazione del suolo pubblico equilibrato».

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 438 volte, 1 oggi)