MARTINSICURO – La stipula di un “Patto sulla sicurezza” tra i Comuni costieri e la rassicurazione che si farà tutto il possibile per aumentare l’organico delle Forze dell’Ordine sul territorio tra Martinsicuro e Giulianova. E’ quanto emerso dall’incontro tenutosi in Prefettura giovedì 3 dicembre tra il sottosegretario all’Interno Michelino Davico, il Vice Prefetto vicario Salvatore Marino, il Questore di Teramo Amalia Di Ruocco e i sette sindaci teramani della costa (Martinsicuro, Alba Adriatica, Tortoreto, Giulianova, Roseto, Pineto e Silvi).

Oltre due ore di colloquio in un confronto sereno e disteso, in cui si sono analizzate le problematiche legate alla sicurezza per cui le amministrazioni comunali e gli enti preposti chiedono con forza una maggiore presenza dello Stato sul territorio, sia attraverso l’aumento dell’organico nelle caserme già esistenti, sia attraverso l’istituzione ex novo di un posto fisso di Polizia in uno dei Comuni della costa.

«Il sottosegretario Davico – ha affermato il sindaco Abramo Di Salvatore – si è mostrato molto disponibile ed attento alle nostre richieste, anche alla luce dei due fatti delittuosi accaduti a Villa Rosa ed Alba Adriatica. Tutti i sindaci – ha aggiunto – hanno rimarcato la necessità di intervenire subito, affinchè la scarsa percezione della sicurezza avvertita dai cittadini non abbia serie ripercussioni anche sul turismo».

Davico ha assicurato che le richieste avanzate dagli amministratori comunali saranno fatte presenti al Ministro Maroni, e ha suggerito una prima strada da percorrere in tema di sicurezza: stipulare tra Prefettura, Forze dell’ordine e Comuni una sorta di “Patto sulla sicurezza”, attraverso cui collaborare per monitorare il territorio e redistribuire il personale in servizio nelle zone in cui c’è più bisogno, a seconda delle esigenze.

Per quanto riguarda invece gli interventi da parte del Ministero, il sottosegretario ha prospettato che nell’immediato sia più facilmente percorribile la strada di un potenziamento del personale nelle caserme lungo la costa che l’istituzione di un nuovo posto di Polizia, obiettivo quest’ultimo non escluso a priori, ma comunque di più lunga e complessa attuazione.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 906 volte, 1 oggi)