TERAMO – Una manifestazione in difesa dell’agricoltura e per l’affermazione della sua centralità in una moderna economia: la Confederazione Italiana Agricoltori ha indetto per sabato 5 dicembre a Teramo alle ore 10,30  una mobilitazione nei pressi di Porta Romana e via Trento e Trieste, dove si svolge il tradizionale mercato contadino.

«Erano anni – si legge in una nota – che l’agricoltura non affrontava una crisi così difficile. Oggi la situazione è drammatica. Migliaia di aziende agricole rischiano di chiudere la loro attività se non saranno varati seri provvedimenti e si continuerà a non sviluppare una politica economica per il settore».

«Oltre alla vertiginosa caduta dei prezzi pagati agli agricoltori ed all’aumento dei costi di produzione, le imprese del settore non hanno accesso a  strumenti creditizi  e ammortizzatori sociali di cui beneficiano gli altri settori produttivi».

 La mobilitazione pertanto – a cui aderiscono le Organizzazioni Professionali Agricole e le Centrali Cooperative Abruzzesi – è mirata a chiedere al Governo centrale e regionale e agli enti locali, oltre che alle forze politiche sociali e ai cittadini, «il sostegno per l’affermazione della centralità dell’agricoltura in una moderna economia. Agricoltura che garantisce cibo, sicurezza alimentare, tutela del paesaggio, valorizzazione del territorio e che crea occupazione. Il ruolo delle istituzioni – conclude la nota – è fondamentale, poiché a tutti i livelli, ognuno può mobilitare risorse in base alle proprie competenze e responsabilità».

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 432 volte, 1 oggi)