SAN BENEDETTO DEL TRONTO – «Questa è una decisione che mette in seria difficoltà i commercianti». Pasqualino Piunti, consigliere di minoranza del comune di San Benedetto e vice presidente della Provincia, interviene sulla decisione della Regione di anticipare i saldi sull’abbigliamento al 2 gennaio 2010.

«Posso immaginare – ha aggiunto Piunti – che i commercianti presumibilmente avranno un certo imbarazzo nel vendere, ad esempio, un capo di abbigliamento ad un certo prezzo a Natale e all’esatta metà a Capodanno».

Ha sottolineato il consigliere: «È una situazione che non si riscontra nella confinante realtà abruzzese dove i saldi inizieranno martedì 12 gennaio. Sarebbe stato dunque molto meglio coordinare le decisioni tra le due Amministrazioni regionali per non creare sperequazioni, soprattutto in realtà “border line” come la nostra. Mi risulta inoltre che non siano state neppure sentite le segreterie provinciali delle associazioni dei commercianti».

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 543 volte, 1 oggi)