ASCOLI PICENO – L’assessore provinciale ai trasporti Filippo Olivieri replica a chi ha nei giorni scorsi coinvolto l’attuale amministrazione sulla questione relativa al taglio del 90% delle fermate degli Eurostar di Trenitalia a San Benedetto del Tronto.

«Volevo vederci bene nella questione prima di fare dichiarazioni alla stampa, come invece fa qualcun’altro per scopi demagogici», sostiene Olivieri riferendosi all’ex assessore provinciale Ubaldo Maroni. «Non si può accusare chi, come me, è in carica da tre mesi. Trenitalia cambia gli orari ogni sei mesi, perciò la riduzione delle fermate era stata decisa quando era in carica Maroni».

Olivieri è appena tornato da Ancona dove ha chiesto spiegazioni in Regione.
«Putroppo mi è stato detto che Trenitalia agisce in conto proprio, senza tenere in conto delle esigenze degli enti. Solo pagando un tot ogni dieci kilometri la Regione può fare richiesta di ulteriori servizi di trasporto su tratta regionale. Ed è quello che ho sollecitato di fare».

«E’ comunque imbarazzante – conclude Olivieri – aver saputo che neppure la Regione ha avuto preavvisi sulle nuove predisposizioni di Trenitalia».

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 699 volte, 1 oggi)