SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Nuovo Piano di Spiaggia, l’iter del documento urbanistico prosegue «senza intoppi» con una ulteriore riunione della conferenza dei servizi, tenutasi in Comune giovedì mattina.

Il comandante della Capitaneria di Porto Daniele Di Guardo, all’uscita dalla riunione fra enti e corpi competenti in materia di gestione dell’arenile, afferma solamente che «si procede bene nell’analisi delle osservazioni della Regione».

Incontrando il sindaco al termine della riunione di lavoro, si raccoglie questa dichiarazione: «Il tecnico delegato dalla Regione alla conferenza dei servizi ha dichiarato che se ad una prima lettura del Piano aveva avuto il timore di una sottrazione di spiagge libere, ora ha potuto verificare che non è affatto così». (clicca qui per saperne di più sulle perplessità avanzate dalla Regione su questo e altri temi).

Stando a quanto riferisce il primo cittadino, alla conferenza dei servizi rimane da analizzare solamente le questioni normative rispetto al comparto tre del Piano Spiaggia, fra la rotonda di Porto d’Ascoli e via San Giacomo. «Le altre osservazioni sono state discusse e hanno ricevuto le nostre controdeduzioni. Sono arrivati poi i pareri del Genio Civile e dell’Asur, sostanzialmente positivi».

Insomma, dopo il “taglio” della passerella perpendicolare al litorale – uno dei punti concettuali più nuovi e contestati del Piano progettato dal Comune – e superata a quanto pare la questione delle spiagge libere, l’iter sta evolvendo tranquillamente, sostiene Gaspari. Rimangono alcune perplessità avanzate dal settore tecnico della Provincia di Ascoli, con il quale il sindaco ha avuto scambi di opinione al fulmicotone (eufemismo) ultimamente. Ora il Comune ha chiesto formalmente a Palazzo San Filippo se intende presentare delle osservazioni tecniche. Dovrebbero arrivare, in caso, entro le vacanze natalizie.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 619 volte, 1 oggi)