Da RivieraOggi in edicola

Serie B2 Maschile: Vecci Jesi – Affittitalia Samb 3-2 (25-21, 22-25, 25-22, 24-26, 15-8).
Jesi: Luconi 5, Palottelli 14, Gherlantini 11, Beldomenico 13, D’Angelo 22, Cecato 6, Bari (L); Stoico, Bartolini; n.e: Morichelli, Giampieri, Cerioni
Affittitalia: Ubaldi 11, Medori 1, Serafini 8, Mancini 21, Zagaria 13, Baldasseroni 18, Ciancio (L); Ricci, Faraone; n.e Piccirillo, Campagnani.

A Jesi, l’Affittitalia Volley perde il primato, ma grazie alla caparbietà dei ragazzi di mister Ciabattoni  che arrivano al tie break, rimane agganciata a Firenze (sopra di un punto) e tiene a bada Grosseto (al terzo posto).

La gara mostra da subito una difficoltà fisica della squadra sambenedettese, dovuta agli infortuni e alle condizioni di salute non al 100% dei giocatori titolari. Il secondo schiacciatore Di Giacomo, infatti, a causa di un infortunio, tornerà in squadra solo a Gennaio. Mancini, il capitano, gioca con problemi ad una spalla e si allena con minor frequenza rispetto agli altri. Da ultimo, il primo centrale e il palleggiatore lamentano dolori al ginocchio. Jesi ne approfitta e si porta in vantaggio al primo time-out tecnico (8-4). Il divario di 4 punti diviene presto di 6 e si mantiene inalterato per buona parte del set, fino a che l’Affittitalia riesce a contrastare la squadra ospitante con un break di 4 punti (18-16). La risposta di Jesi non si fa attendere: dopo un set ball annullato da Mancini sul 24-20, ci pensa l’opposto D’angelo a prendersi il set (25-21).

Il secondo set inizia come fotocopia del primo: la Vecci si porta sul 7 a 3 e i 4 punti di differenza sono tutti errori della formazione ospite (uno in battuta e tre in attacco). Quando Ricci entra in seconda linea si riesce a raggiungere la parità e a portarsi in vantaggio (8-11) con un break di 6 a 0. Tra accelerate e frenate si giunge al 17-21. Jesi non demorde e si avvicina a -1, ma Baldasseroni e Mancini aiutano l’Affittitalia a conquistare il set (22-25).

Anche il terzo parziale si avvia in malo modo, con la Vecci sempre avanti di due o tre punti. Gli ospiti, però, riescono a pareggiare a 18 punti con Mancini. Sul 20-20, invece, non riescono a gestire il cambio palla e Jesi, lucidamente, guadagna anche questo set (25-22).

Anche se il quarto set vede, per l’ennesima volta, la Vecci portarsi avanti di 4 punti, la gara si fa  più incandescente. Con gli Jesini a 4-3, gli arbitri fischiano un dubbio fallo di servizio a Baldasseroni. Sul 5-3, Medori protesta e viene ammonito. Si assegna un punto a Jesi (6-3). Nella confusione generale, sembra che i Sambenedettesi stiano lì lì per deporre le armi. Ma ciò, per fortuna non accade. Si sgomita fino al 24 pari, ma poi è l’Affittitalia a prevalere.

Per non smentirsi, anche al tie-break Jesi guadagna 4 punti di vantaggio. Baldasseroni è fischiato diverse volte per falli di seconda linea che rallentano la reazione della sua squadra. L’avanzata di Jesi è inevitabile, come inevitabile è la sconfitta (15-8).

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 550 volte, 1 oggi)