SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Non c’è pace all’istituto Alberghiero: dopo che il 12 dicembre, nel corso di una conferenza stampa, i rappresentanti sindacali scolastici resero noto l’apertura dello stato di agitazione, contestando la mancata firma sul contratto scolastico e polemizzando apertamente con il dirigente di istituto, Giovanni D’Angelo. Il quale, qualche giorno dopo, replicò sulla stampa.
Ora, passata l’iniziale buriana, i sindacati (Giuseppe Vaglieco per la Cgil, Feliciana Capretta per la Cisl, Mario Alessi per la Snals, Giuseppe Fanesi per Gilda) tornano di nuovo alla carica con dieci domande rivolte sempre al capo d’istituto: «Le riunioni di contrattazione si sono tenute perché la parte sindacale ha più volte sollecitato la ripresa delle trattative? Malgrado il dirigente scolastico affermi di voler pagare con sollecitudine, perché sono trascorse quattro settimane dall’ultima riunione senza che la parte sindacale sia stata convocata per la prosecuzione della trattativa? Il dirigente scolastico ha presentato, chiedendo di discuterla, la proposta contrattuale relativa all’anno scolastico 2009-10, pur non avendo ancora sottoscritto il contratto di istituto del 2008-09? Il giorno 22 ottobre 2009 D’Angelo ha consegnato il piano di lavoro per personale ausiliario dell’anno scolastico 2008-09?»
Continua la nota comune: «In molte riunioni, il direttore scolastico ha portato come consulenti di parte pubblica alcuni lavoratori dell’istituto per esporre problemi della scuola che nulla hanno a che vedere con la contrattazione? Ha presentato nel proposte contrattuali diverse tra loro? La proposta che ha affisso all’albo contiene una parte normativa del contratto integrativo del tutto generica? Per la parte economica ha affisso un rendiconto (non la proposta contrattuale) predisposto unilateralmente, senza l’indicazione degli elementi utili a specificare le attività svolte?».
E ancora, per finire: «E’ tutto in regola a proposito del contratto dell’anno scolastico 2007-08? Numerosi lavoratori dell’istituto, che da anni lavoravano della scuola, hanno ottenuto il trasferimento in altre scuole?»

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.474 volte, 1 oggi)