ANCONA – «Confindustria al pari delle altre organizzazioni di settore ha avuto sul bilancio di previsione 2010 diverse occasioni di confronto». Il presidente della Regione Marche, Gian Mario Spacca, replica al presidente degli industriali marchigiani Paolo Andreani, in merito al Bilancio di previsione 2010.

«Il 28 settembre scorso ad esempio – spoiega Spacca – si è svolto un incontro tra la Giunta regionale e l’esecutivo di Confindustria presieduto dallo stesso Andreani dove sono stati fissati i punti d’intesa necessari a tutelare il lavoro e favorire il rilancio della ripresa economica con una strategia di attacco al mercato».

Prosegue il Presidente: «Successivamente, proprio per concertare il bilancio, si è riunito il Crel, di cui gli industriali fanno parte. La Giunta infatti ha sempre ritenuto fondamentale il contributo delle parti sociali e delle associazioni di categoria nel corso della stesura delle manovre di bilancio che si sono susseguite in questi anni. La concertazione è, per noi, un valore ancor più necessario in questo periodo caratterizzato da una crisi economica che morde e che va affrontata tutti insieme per poter resistere e poi attaccare in una prospettiva di nuovo sviluppo».

«In questa direzione – conclude Spacca – va il provvedimento in questione che, tra l’altro prevede, l’azzeramento dell’Irap per le aziende che assumono. Il bilancio è infatti fortemente orientato a cogliere la ripresa attraverso il sostegno dell’occupazione e a proteggere i lavoratori e le famiglie in difficoltà. Su questi temi siamo pronti a confrontarci e a firmare un accordo con Confindustria, così come avvenuto con gli artigiani, le piccole e medie imprese e i sindacati».

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 586 volte, 1 oggi)